BUFALA La foto del secolo con l’elefante che aiuta la leonessa ed il suo cucciolo

di Redazione Bufale |

elefante che aiuta la leonessa
BUFALA La foto del secolo con l’elefante che aiuta la leonessa ed il suo cucciolo Bufale.net

Spopola un’altra foto virale su Facebook in queste ore, vale a dire quella dell’elefante che aiuta la leonessa ed il suo cucciolo mentre erano impegnati ad attraversare la savana con grande difficoltà a causa del caldo eccessivo. Si tratta, a dirla tutta, di un’immagine bufala che gira sui socia già da un po’ di tempo, anche in altre lingue, ma che ha conosciuto la sua definitiva consacrazione solo nello scorcio iniziale di agosto come si potrà notare dall’approfondimento che abbiamo per voi oggi.

La bufala con tanto di foto riguardante l’elefante che aiuta la leonessa, infatti, in realtà è stata ritoccata e a tal proposito abbiamo un ottimo contributo da parte di businessinsider. La fonte sottolinea l’evidente utilizzo di Photoshop, ma nonostante questo l’immagine sarebbe stata soggetta addirittura a 20 milioni di condivisioni in giro per il mondo. La leva con cui prende forma una bufala del genere è la stessa di sempre, volendo evidenziare che in tanti casi l’istinto solidale degli animali tenda a superare persino quello degli uomini.

Eppure, per qualche strano motivo, la foto del presunto elefante che aiuta la leonessa e soprattutto il suo cucciolo a causa delle elevatissime temperature incontrate nel loro percorso all’interno della savana è giunta in Italia solo da pochissimi giorni. Fermo restando che in tanti stanno già commentando evidenziando la bufala ed il fatto che l’immagine in questione, purtroppo, sia solo un fake.

Andando più a fondo, la bufala dell’elefante che aiuta la leonessa ci dice anche che il primo avrebbe sollevato di peso il cucciolo, portandolo con sé fino ad una pozza d’acqua, considerando il fatto che diversamente il leone sarebbe molto. Come accennavamo, in questo caso si è cercata la viralità di un messaggio simile unendo foto estrapolate da contesti differenti, come spesso e volentieri avviene in queste circostanze sui social. Trovate tutti i dettagli nella gallery sopra riportata.

il tweet originale da cui è partito tutto è stato lanciato il primo di aprile, vi ricorda qualcosa ?

Ovviamente non sono mancate le risposte ironiche:

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News