BUFALA Comprate su Internet dispositivi che abbattono il costo delle bollette – Bufale.net

di Shadow Ranger |

bufala-risparmiare-energia-prodotti
Alcuni nostri contatti ci segnalano pagine come questa, con appelli legati ad una presunta aneddotica. Ci sono molte variazioni sul tema, dal nome del presunto prodotto al nome delle persone che ne fanno endorsement, ma la narrazione sembra seguire un filo comune.
Un presunto elettricista, persona riconosciuta dal lettore come “di esperienza” ancorché non accusabile di essere “legata ai potenti”, apparentemente ignorando quanto buona parte di quello che sta descrivendo sia, a tutti gli effetti, la descrizione di un reatodichiara di essere a conoscenza, ed usare, mezzi per rubacchiare energia elettrica (“Per questo a casa mia da sempre maneggio con I contatori, ora ci metto una grappetta, ora una calamita, ora li mando un po` indietro”) e di aver infine avuto la possibilità di “porre fine” a questo autentico ladrocinio comprando un gadget miracoloso che gli avrebbe consentito in base a cognizioni fisiche e tecniche ignote di “abbattere la bolletta fino al 75%”.
Peccato che, anche soprassedendo sulla parte introduttiva che rende un po’ ostico avvalersi dell’asseverazione del racconto citato (chi si autoaccuserebbe a mezzo Internet di un furto?), interviene l’ente di difesa consumatori “Altroconsumo” a dirimere la controversia completamente:

“Fughiamo subito ogni dubbio: il consumo è stato esattamente lo stesso – afferma Altroconsumo – Il dispositivo vanta la capacità di abbattere del 75% i consumi domestici grazie alla riduzione del “rumore” dovuto alle interferenze presenti nella rete di casa, allacciandosi a una singola presa elettrica. Se anche ci fossero interferenze in una rete domestica, quindi dispersioni di energia, sicuramente queste non andrebbero a incidere in maniera significativa sui consumi. Al contrario, queste potrebbero causare problemi di diverso tipo come il malfunzionamento della rete stessa, che potrebbe ripercuotersi sul cattivo funzionamento degli elettrodomestici, con possibili danni. Riguardo la sicurezza elettrica, invece, esistono già strumenti obbligatori (il salvavita, per esempio) per garantire questo aspetto. Perciò, dati alla mano, acquistare questo dispositivo è del tutto inutile”. Dopo la segnalazione all’Antitrust per pratica commerciale scorretta e pubblicità ingannevole, l’Autorità ha avviato un procedimento.

Sempre Altroconsumo conferma anche l’esistenza di ulteriori versioni dello stesso presunto dispositivo, vendute con le stesse modalità ed affette dalle stesse perplessità, ed anche di queste non può che dichiarare che, con o senza il dispositivo:

il consumo si è rivelato esattamente lo stesso. Il dispositivo vantava la capacità di abbattere del 75% i consumi domestici, allacciandosi a una singola presa elettrica, grazie alla riduzione delle interferenze presenti nella rete di casa. Se anche ci fossero interferenze in una rete domestica, quindi dispersioni di energia, sicuramente queste non andrebbero a incidere in maniera significativa sui consumi, ma, al contrario, potrebbero causare problemi come il malfunzionamento della rete stessa. Perciò, dati alla mano, acquistare questo dispositivo è del tutto inutile.

Con ogni probabilità gli asseriti dispositivi possono avere un leggero effetto benefico, riducendo eventuali interferenze sulla linea elettrica domestica.
Ma tale obiettivo viene già raggiunto da elettrodomestici moderni, che hanno già un condensatore installato internamente che assolve il medesimo scopo, ed un impianto elettrico omologato. E, sicuramente, tale obiettivo non comporta una riduzione dei consumi, ma solo una lieve riduzione della possibilità di guasti sugli elettrodomestici.
Quindi, prima di formulare un vostro giudizio, vi consigliamo di leggere con attenzione i pareri di Altroconsumo: possiamo già sconsigliarvi di ricorrere agli altri “ausili” descritti nell’aneddotica a supporto, come grappette e calamite. Anzi: non fatelo.
Un’ultima cosa sulle foto presenti nel sito analizzato. La foto del presunto elettricista non è la sua, infatti si tratta di una foto facilmente acquistabile online in siti come Thinkstockphotos. Le foto degli utenti soddisfatti sono gli stessi presenti in siti simili e in altre lingue: guarda qui.

Latest News