BUFALA – Ciambella Volante nel cielo di Napoli – Bufale.net

di Juanne Pili |

BUFALA – Ciambella Volante nel cielo di Napoli – Bufale.net Bufale.net

bufala-ciambella-volante-ufo-napoli

La storia dell’UFO di Napoli, dalla curiosa forma a ciambella, risale al 29 maggio corrente anno, il CUFOM (Centro Ufologico Mediterraneo) la rilancia l’8 Settembre dopo “attente analisi”.

«N.B. VEDI IN BASSO UN IMPORTANTE AGGIORNAMENTO CHE CONFERMA QUESTO CASO. Il giorno 28 maggio 2015, a piazza Carlo III zona di Napoli non distante dall’aeroporto e dalla stazione centrale delle ferrovie dello stato, è stato avvistato uno di quegli ufo che, data la sua forma, genererà certamente tante discussioni come indistintamente per tutti gli avvistamenti che pubblichiamo, specie da parte di certi ambienti di ultrascettici incalliti che ben conosciamo».

Ipotizziamo che si riferiscano a “gentaglia” come Scott Brando (Ufoofinterest) che effettivamente si è affezionato al CUFOM, pizzicandoli già diverse volte; oppure al fototecnico Paolo Bertotti (CISU – Centro Italiano Studi Ufologici) il quale fornisce nel suo blog una analisi esaustiva sul fenomeno.

Quale sarebbe, ad ogni modo, l’aggiornamento che il CUFOM annuncia?

«Incredibile a dirsi, ma anche il caso ci aiuta nel supportare l’avvistamento ufo di Napoli. E’ delle ultime ore un video postato su youtube, cui si può accedere anche tramite il celebre sito Latestufosightings , in cui si vede, veramente una coincidenza perfetta, un ufo proprio come quello di Napoli e cioè a ciambella come viene definito anche in U.S.A. Il Filmato della Florida, non è zoomato, ma il video è molto significativo».

Possiamo constatare effettivamente che il video di Napoli e quello della Florida sembrano immortalare lo stesso fenomeno.

Di cosa si tratta?

L’analisi di Scott Brando si basa sulla topologia del fenomeno. Con gli strumenti che la Rete fornisce a tutti è possibile – data la location e l’orario (circa le 22:20) – capire la reale entità del fenomeno, confrontando la porzione di cielo interessata con Google Street View e Stellarium.

google maps

stellarium
Si tratta del pianeta Venere. Questo, comunque, non spiega ancora come mai il pianeta appaia nelle sembianze di una ciambella. L’analisi fotografica di Paolo Bertotti, si basa sulle informazioni che il CUFOM da riguardo la fotocamera utilizzata per realizzare il filmato:

«La chiamano “fotocamera da 500″… è per essere esatti, una fotocamera Canon 6D con zoom 500x».

In pratica si tratta di un artefatto ben noto agli esperti, noto come:

«”Sorgente di luce sfocate con focale catadiottrica” E’ un fenomeno talmente conosciuto, che professionalmente viene utilizzato anche con fini creativi, come riportato da fotografi amatori».

Esistono numerosi esempi che tutti possono ammirare su Google Immagini usando la definizione tecnica del fenomeno come parola chiave.

ciambelle

Spiacenti, niente turisti alieni in gita a Napoli, per il momento.

© Riproduzione Riservata

Mi trovi anche su…

testatafb

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News