BUFALA Catena Umana e le sigarette cannabis della Marlboro – Bufale.net

di David Tyto Puente |

BUFALA Catena Umana e le sigarette cannabis della Marlboro – Bufale.net Bufale.net

bufala-marlboro-cannabis
Una bufala vecchissima, riesumata dal sito di Todaro, in un articolo del 21 gennaio 2016 dal titolo “Legalizzazione marijuana: la Marlboro mette in commercio la prima sigaretta cannabis“.

Philip Morris, il più grande produttore di sigarette del mondo, ha annunciato oggi che inizierà a produrre sigarette di marijuana.
Questo prodotto è commercializzato con il marchio “Marlboro M” ed è disponibile per la vendita attraverso punti vendita autorizzati negli stati del Colorado e di Washington DC.
Serafin Norcik, Senior Vice President Philip Morris ‘per il marketing, ha detto in un’intervista, “La nostra azienda ha avuto grande interesse per il mercato i cannabis , che è stato monitorato per qualche tempo. Abbiamo finalmente preso la decisione di fare il salto e sostenere le politiche degli stati di Colorado e Washington DC inerenti la legalizzazione della marijuana”.
Attualmente la legge limita l’acquisto di un solo pacchetto alla volta. I prezzi partono da $ 89 per confezione. È necessario avere almeno 21 anni per poter acquistare e necessario fornire un documento di identità.
La rivendita delle sigarette Philip Morris Marlboro “M” Brand marijuana è soggetto a multe e il carcere in base alle leggi locali.

La bufala circola da diversi anni e risale al 2014. In Italia è stata condivisa con successo anche da Grandecocomero (oltre 56 mila condivisioni Facebook), “fonte” di Catena Umana, che a sua volta prelevava la “notizia” da un sito chiamato Dailybuzzlive.com (superando le 400 mila condivisioni).
A diffondere la bufala fu il sito Abriluno.com il 21 gennaio 2014, il cui articolo è stato cambiato più volte la data di pubblicazione come possiamo vedere da WebArchive (ora segna il 30 marzo 2015), dal titolo “Phillip Morris Introduces ‘Marlboro M’ Marijuana Cigarettes”. Leggiamo il disclaimer che possiamo leggere in fondo al sito “Abril Uno” (che sa tanto di “primo aprile”):

Abril Uno is a satire, parody and spoof web publication. Abril Uno uses invented names in all its stories, except in cases where public figures or companies are being satirized, parodied or spoofed. Any resemblance to the truth, actual events, actual persons, living or dead, is entirely coincidental and is intended purely as a satire, parody or spoof. All articles contained herein are fiction (“fake”), untrue, for entertainment only, and of no news value whatsoever.

 
La “notizia” venne sbufalata da Snopes nel 2014.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News