BUFALA Bocciato Due Volte: Si Presenta All’Esame di Stato in Lamborghini

di Luca Mastinu |

BUFALA Bocciato Due Volte: Si Presenta All’Esame di Stato in Lamborghini Bufale.net

michele luciani

Ci segnalano questo articolo pubblicato su un sito che risponde al nome di Finance Reports, ma che ha come indirizzo com-newss.online. Porta la firma di Monica Pietroni ed è stato pubblicato il 4 Novembre 2016:

Verona (ITA) – Dubai (UAE): ha dell’incredibile la storia di Michele Luciani. Ragazzo 21enne del veronese che sta facendo scalpore sui social (come mostrato dai migliaia di follower e likes che ha su Instagram) da quando i telegiornali nazionali hanno raccontato la sua storia.

Sono rimasti scioccati i suoi professori quando Michele, lo scorso luglio, si è presentato in Lamborghini all’esame di Stato. Michele non è mai stato uno studente modello, anzi, i professori lo consideravano uno scansa fatiche, proprio per via dei suoi deludenti risultati scolastici e di due bocciature (la terza lo avrebbe portato all’allontanamento dall’istituto). Quello che i professori però non sapevano, era che Michele non studiava perché aveva di meglio da fare. Proprio così, mentre i suoi compagni studiavano, facevano sport e andavano in discoteca, Michele dirigeva un impero, costruiva relazioni con uomini d’affari e investiva milioni di euro.

Bisogna tornare indietro ulteriormente però. Era settembre 2012 quando il programma televisivo “24 Hours” della ABC trasmesso in streaming mondiale presenta un giovane imprenditore americano in cerca di collaboratori da tutto il mondo. L’imprenditore, ci racconta Michele, cerca tra i 100 e i 150 collaboratori provenienti da tutti i continenti.Michele che aveva imparato l’inglese giocando ai videogame online coglie l’opportunità senza battar ciglio e si iscrive sul sito indicato dalla trasmissione.

In quel programma Michele ha visto la strada che lo avrebbe, di li a pochi mesi, trasformato in uno dei giovani più di successo in Italia. Ovviamente, la storia di Michele è una di quelle storie estreme, e nessuno può promettere di arrivare a guadagnare come lui oltre oltre 28 milioni di € in meno di quattro anni. Ma una buona notizia per i nostri lettori, è che Michele ha investito di tasca sua per riaprire il programma e sviluppare la stessa piattaforma da lui usata anni fa, in Italiano. L’azienda, da poco anche presente in Italia, ha ormai creato già migliaia di storie di successo in giro per il mondo.. Un esempio, questa volta inglese, è quello di Robert, ragazzo di orgigini Africane con una storia simile a quella di Michele, il quale però ha fatto scalpore sui social per essersi comprato una Bentley d’oro: è possibile leggere l’articolo su Robert qui. (DISCLAIMER: la storia di Michele è fuori dal comune. Con storie di successo vengono intese persone che hanno raggiunto in pochi mesi oltre i €50.000 di guadagno, non milioni di euro).

“Quando ho deciso di intraprendere questo business tutti i miei amici e famigliari mi prendevano in giro, ora mi chiedono come ho fatto, vogliono soldi in prestito e sperano di essere invitati a Dubai dove vivo da qualche mese a divertirsi con me… è assurdo come la mentalità italiana sia disperata, persone che vogliono, senza fare niente, senza prendersi rischi e soprattutto senza agire…” racconta Michele in una recente intervista alla TV nazionale.

“Non voglio sembrare un maschilista arrogante, ma negli ultimi 4 mesi sono uscito con cinque diverse ragazze, tutte modelle, ho comprato 3 super cars e ho preso un super appartamento a Dubai da 3,5 milioni di €…” continua Michele.Fordes lo considera ormai come il Dan Bilzerian italiano, e sicuramente sta diventando l’esempio per molti giovani da tutta Italia.

Date le centinaia di richieste Michele ha deciso di condividere quello che fa ormai da anni e che gli ha permesso ora di diversificare dandosi al Real Estate ed alla ristorazione. “Molti pensano che quando fai soldi vuoi essere l’unico sul mercato a conoscere come hai fatto. La realtà, è che quando si parla di online, più persone accedono al mercato più opportunità nascono. Se altri 10.000 ragazzi iniziassero a fare quello che faccio io in Italia, il mercato crescerebbe a tal punto da farmi decuplicare i miei guadagni senza bisogno di fare praticamente nulla… Se non capisci questo concetto, vuol dire che sei vecchio, ed è meglio per te sperare di raggiungere la pensione prima che questa ti venga tolta completamente… e se sei un giovane? Beh, saresti un matto a non cogliere quest’opportunità…” afferma con decisione Michele.

“E’ importante che le persone capiscano che i miei sono stati risultati considerabili come straordinari, per cui non stupitevi se iniziando questo business guadagnerete solo alcune migliaia di € al mese senza mai raggiungerete i miei risultati… d’altronde io mi reputo di per se fuori dal comune in tutto…” – Michele Luciani

Conclusione: Come avevamo anticipato la storia di Michele è incredibile e la cosa che lo è ancora di più è che questi risultati sono realmente ottenibili. Abbiamo aperto un account societario come redazione la settimana scorsa per testare le parole di Michele durante la redazione dell’articolo, e abbiamo già prelevato oltre €2.000. Niente trucchi! Siamo fieri di essere stati la prima testata a pubblicare esattamente le istruzioni di Michele, solitamente gli articoli su di lui raccontano solo del suo successo, non di come replicarlo! Con questo speriamo di aiutare molti italiani in un momento difficile…

Bene, benissimo, habemus replica. Diciamo questo in quanto avevamo già trattato un articolo pressoché identico il 23 Settembre 2016, con qualche sottile differenza tra le identità dei personaggi e le piattaforme di trading di riferimento. Nel precedente articolo eravamo andati a conoscere l’inesistente Tommaso Farinelli, oggi siamo in compagnia dell’altrettanto inesistente Michele Luciani. Perché siamo così sicuri? Ciò che andiamo ad analizzare è un articolo motivazionale ed estremamente glitterato. Per dover di cronaca, in ogni caso, andiamo per ordine.

Secondo l’articolo-farsa, Michele Luciani sarebbe stato oggetto di servizi trasmessi dai telegiornali nazionali. Proprio come Tommaso Farinelli, e non è vero. Non ci sono riscontri, deserto totale. È sufficiente per parlare di bufala.

Per render credibile la storia di Luciani, la farsa fa riferimento a Robert Mfune, divenuto milionario con il trading online e resosi noto per aver acquistato una Bentley dorata.

nintchdbpict000259754699
Robert Mfune – The Sun

Ancora, proprio come il vecchio articolo su Tommaso Farinelli, vengono riportati i 3 step per ottenere l’accesso alla piattaforma online che l’inesistente Michele Luciani avrebbe sviluppato in italiano. Stiamo parlando di DubayLifestyleApp. Sul sito ufficiale vediamo la foto del fondatore, Giuseppe Pavoletti. Scarichiamo la foto e notiamo che è nominata “Scott”. Non ha rilevanza, forse, ma il fondatore di un’app collegata a una piattaforma di trading così importante dovrebbe comparire in molteplici riscontri della Rete.

No, niente di tutto questo.

scott
Giuseppe Pavoletti, l’inesistente fondatore di DubaiLifestyleApp

Leggiamo, piuttosto, in questo articolo di Finanza.Economia-Italia.com e su E-conomy che l’app DubaiLifestyleApp è una sospetta truffa. Perché?

Il fondatore di Dubai Lifestyle App, Giuseppe Pavoletti è in realtà una persona “fittizia”. Non esiste, in quanto il fondatore cambia per ogni nazione dove è presente Dubai Lifestyle App. Infatti nell’edizione spagnola il fondatore di Dubai Lifestyle App è Eduardo Gimenez. Nella versione USA è Scott Hathaway. E il bello è che tutti hanno le stesse foto!

Eduardo Gimenez, fondatore dell'app sulla versione spagnola del sito. Lo stesso volto di Pavoletti
Eduardo Gimenez, fondatore dell’app sulla versione spagnola del sito. Lo stesso volto di Giuseppe Pavoletti

Ancora, l’app non è registrata presso organismi di borsa valute italiani e non si riscontrano autorizzazioni presso organismi di borse valute internazionali. A riguardo si è scomodato anche Alfio Bardolla, autore di diversi libri sull’educazione finanziaria e fondatore dell’Alfio Bardolla Training Group S.p.A.. In un post sulla sua pagina Facebook ufficiale spende le seguenti parole a riguardo della DubaiLifestyleApp:

Il trading automatico, sostanza in cui sarebbe sviluppata l’app, non è una buona scelta e nemmeno comparabile al fare trading.

Bufala, e chi più ne ha più ne metta. Ritornando su Michele Luciani, non esiste su alcun profilo social e tantomeno su Instagram. I commenti postati alla fine dell’articolo preso in esame sono identici a quelli comparsi nel vecchio articolo su Tommaso Farinelli. Michele Luciani e Tommaso Farinelli non esistono. Cliccando su qualsivoglia link dell’articolo veniamo re-indirizzati alla Homepage dell’app.

Bufala, ancora.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News