BUFALA 17 enne picchiato da coetanei musulmani a Novara – Bufale.net

di David Tyto Puente |

BUFALA 17 enne picchiato da coetanei musulmani a Novara – Bufale.net Bufale.net

bufala-17enne-picchiato-musulmani
Il sito Salute360gradi.it, al pari di Gazzettadellasera.com, potete gettarlo nello scarico. Ecco un’altra notizia inventata sul tema immigrazione e religione: “17 enne picchiato da coetanei musulmani a Novara: ‘il respiro dei cristiani fà tremare il trono di Dio, vi uccideremo tutti“.
La prima cosa di cui ti accorgi visitando il sito è che, appena digiti da qualche parte con il mouse, ti si apre una pagina pubblicitaria. Già così avete fatto in modo di far guadagnare qualcosa al suo proprietario, ma andiamo avanti. Ecco il testo dell’articolo:

NOVARA – Luca Bargellesi, studente 17enne del liceo classico Enrico Fermi, è stato oggi pesantemente picchiato con una spranga da 3 coetanei di origine libica con precendenti penali per spaccio e rapina. Alle ore 13,00, alla fine delle lezioni, il giovane si stava recando alla fermata della linea 24 degli autobus quando è stato improvvisamente ‘freddato’ con una rapida scarica di colpi di mazza da parte del gruppo di giovani musulmani. Diversi testimoni oculari han dichiarato di non aver visto alcuna discussione o diverbio verbale prima dell’aggressione, apparentemente sembra che non vi sia stata una causa logica scatenante la brutale aggressione. I 3 musulmani, tutti di origine libica con regolare permesso di soggiorno, dovranno ora rispondere dell’accusa di aggressione e, probabilmente, di tentato omicidio. L’emblema della tragica vicenda è proprio l’insensatezza del gesto violento, che fà pensare ad un vero e proprio attacco intimidatorio e terroristico, rivolto a tutti i cristiani occidentali. Durante il pesante pestaggio, sono stati lanciati alla vittima pesantissimi insulti quali: ‘Sei un maiale, lo prendi dai maschi. Alzati, verme cristiano. Guardaci mentre di spezziamo le costole. Dov’è il tuo dio? Alzati verme, difenditi. Combatti. Ogni tuo respiro è un insulto per Dio e per il profeta. Ogni tuo respiro fa tremare il trono di Dio.‘

Nessuna notizia da siti o testate, sia locali o nazionali, su questa presunta storia. La foto, inoltre, riguarda il caso di qualche anno fa accaduto ad un ragazzo Manchester, quindi neanche di questo presunto studente 17enne di nome “Luca Bargellesi”, bensì Daniel Stringer-Prince.
L’articolo, in stile Gazzettadellasera di Sabrina Boni (che non ha esitato a pubblicare la notizia anche dal suo sito), ha già superato le 8 mila condivisioni Facebook. Chissà se al proprietario di Salute360gradi Paolo Codenotti arriverà una denuncia, come accadde a Gianluca Lipani di Senzacensura.eu.

AGGIORNAMENTO 16 novembre 2015 ore 18:52

Abbiamo parlato direttamente con Paolo, l’intestatario del dominio in questione. Come da accordi pubblichiamo la sua email, oscurando il nome della persona accusata di furto e truffa:

Alla redazione di bufale.net
Sono l’intestatario del sito salute360gradi.it/home , ma da circa 2 mesi ho perso accesso ad esso. Il responsabile è ************, pregiudicato e truffatore online. Nel 2013 venni truffato dalla stessa persona e lo denunciai, successivamente riuscimmo a trovare un accordo e feci remissione di querela. Quest’anno ha avuto accesso al sito salute360gradi.it/home e per un futile battibecco mi ha rimosso dal pannello di amministrazione. Considerando che nell’ultimo mese, a mia insaputa, il sito posta bufale e notizie del tutto infondate a mio nome, chiedo la rimozione quanto meno dei miei dati sensibili dalla vostra piattaforma. Mi impegno inoltre a contattare il responsabile della pubblicazione dei contenuti per cercare di rimuovere al più presto le notizie bufala. Se ciò non sarà possibile, contatterò il provider host per la sospensione del dominio a me intestato, e provvederò a fare un’ulteriore seconda denuncia alla persona sopracitata.
Spero di trovare comprensione e collaborazione da parte vostra in merito a questa vicenda
Grazie dell’attenzione,
cordiali saluti
Paolo Codenotti

Invitiamo tutti a tenere conto di questa sua dichiarazione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News