Prima decisione dell’Antitrust dopo l’esposto Codacons verso Fedez ed Orietta Berti

di Redazione Bufale |

Fedez
Prima decisione dell’Antitrust dopo l’esposto Codacons verso Fedez ed Orietta Berti Bufale.net

Disponibile da pochi minuti il primo bollettino Antitrust, in seguito all’esposto di Codacons contro Fedez ed Orietta Berti per la canzone Mille. Come tutti sanno, infatti, il noto artista è finito nuovamente sotto la luce dei riflettori, in quanto nel video del pezzo estivo non ci sarebbero sufficienti elementi per ricondurci alla pubblicità di Coca-Cola. Non sono mancate le proteste da parte dei fan del cantante, stando anche da alcune informazioni che abbiamo condiviso con voi la scorsa settimana, mentre oggi 28 giugno è arrivato un primo riscontro importante.

Primo bollettino Antitrust dopo l’esposto Codacons verso Fedez ed Orietta Berti per la canzone ‘Mille’

In sostanza, Codacons ha chiesto il blocco immediato della divulgazione del video. All’interno della clip, infatti, appaiono prodotti Coca-Cola e le indicazioni fornite dagli autori al termine della canzone sono state ritenute non congrue a quanto mostrato in precedenza. Non è mancata certo l’ironia di Fedez sui social, in risposta al nuovo attacco di Codacons nei suoi confronti, ma è chiaro che in un contesto del genere diventi fondamentale la parole di soggetti terzi.

Risposta che, almeno per ora, c’è stata. L’Antitrust, infatti, lunedì pomeriggio ha pubblicato il bollettino degli ultimi giorni all’interno del sito ufficiale. Anche nell’area della “pratiche commerciali scorrette”, ad oggi, non c’è nessuna traccia del video “Mille”, in relazione alla canzone di Fedez, Achille Lauro ed Orietta Berti. Non un successo definitivo per i cantanti coinvolti, in quanto dovremo attendere la pubblicazione dei prossimi bollettini per capirci qualcosa di più, ma un primo elemento più concreto sul quale possiamo comunque soffermarci.

Staremo a vedere se ci saranno reazioni di Codacons da un lato, oltre a quelle di Fedez, Orietta Berti ed Achille Lauro dall’altro. La questione terrà banco ancora per alcune settimane, in attesa di un’eventuale pronuncia definitiva da parte dell’Antitrust sulla questione Coca-Cola.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News