Ben 3 bufale di Pillon su Covid e Cina in un solo post

di Redazione Bufale |

Pillon
Ben 3 bufale di Pillon su Covid e Cina in un solo post Bufale.net

Giornata ricche di bufale provenienti tutte dalla stessa persona, ossia dal senatore leghista Simone Pillon. Tramite il suo profilo Facebook, Pillon si è concentrato su tre temi per denigrare la Cina, ma purtroppo per lui si tratta di notizie assolutamente false che però alimentano solo l’odio verso questo Paese. Come sempre infatti ci sono persone che credono nelle varie bufale che si raccontano, figuriamoci se poi è un esponente così in vista a diffonderle.

Le tre bufale di Pillon su Cina e Covid

Dobbiamo però categoricamente smentire quanto raccontato da Simone Pillon all’interno del suo ricco post su Facebook, perché la disinformazione può essere alquanto pericolosa e soprattutto rischia di creare ancora più odio verso determinate popolazioni. In questo caso il senatore leghista ha preso di mira la Cina e la prima bufala riguarda gli anziani malati di Covid-19 che non vengono addirittura curati, ma mandati direttamente a casa se si presentano davanti agli ospedali cinesi.

Pillon ha voluto testimoniare questa cosa prima dicendo: “Un mio caro amico medico ha detto…“, per poi allegare una foto di guardie militari armate di mitra disposte a quanto pare davanti agli ospedali. Ebbene l’immagine in questione in realtà risale al primo periodo di Wuhan, quando scoppiarono i primi casi ed immediatamente venne isolata la città, in questo caso i militari erano fuori alla stazione ferroviaria per impedire che le persone contagiate lasciassero Wuhan.

La seconda bufala raccontata da Simone Pillon come notizia reale riguarda la legge del figlio unico di Stato presente in Cina. Il problema però è che tale legge è stata ormai abolita da cinque anni ed era stata realizzata per evitare il sovrappopolamento. Attualmente però ogni famiglia cinese è libera di procreare quanto vuole, senza alcun tipo di limite.

Infine, come riporta Giornalettismo, Simone Pillon si è anche concentrato sulla questione aborto selettivo femminile presente in Cina. In realtà non esiste assolutamente alcuna legge che invita i cittadini cinesi ad abortire qualora il sesso del figlio fosse femminile, ma in questo caso è una loro libera scelta. Ci sono sicuramente famiglie cinesi che puntano solo sui figli maschi, ma non esiste assolutamente una legge che impone loro di farlo. Insomma in un unico post su Facebook Simone Pillon ha diffuso ben tre bufale, fomentando inutilmente un odio verso la Cina.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News