Audio WhatsApp e caso di Coronavirus in Italia, all’Ospedale Vito Fazzi di Lecce: solo una bufala

di Redazione Bufale |

Vito Fazzi
Audio WhatsApp e caso di Coronavirus in Italia, all’Ospedale Vito Fazzi di Lecce: solo una bufala Bufale.net

Sta girando proprio in queste ore un messaggio audio via WhatsApp che ci parla di un sospetto caso di Coronavirus in Italia, precisamente presso l’Ospedale Vito Fazzi di Lecce. Al suo interno sarebbe ricoverato un ragazzo del posto con tutti i sintomi del virus e che, al contempo, sarebbe tornato da non molto tempo proprio dalla Cina. Come avvenuto pochi giorni fa sulle nostre pagine, l’invito è quello di recepire sempre con la massima cautela messaggi del genere, a maggior ragione considerando quanto abbiamo scoperto oggi 27 gennaio.

La verità sul vocale WhatsApp e Coronavirus in Italia, all’Ospedale Vito Fazzi di Lecce

Scendendo in dettagli, l’audio WhatsApp che ci parla del primo vero caso sospetto di Coronavirus in Italia, riscontrato di recente all’interno dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce, è stato smentito in tutto e per tutto su Canale 85 dal direttore del pronto soccorso, vale a dire il Dottore Fracella. La fonte, infatti, ha deciso di contattare telefonicamente la struttura per vederci chiaro e la replica ufficiale dovrebbe aiutarci ad archiviare velocemente la questione:

“Nei giorni scorsi infatti un musicista salentino rientrato dalla Cina, in viaggio con la cantante che ha fatto scattare l’allarme all’ospedale di Bari propria nella regione dello Wuhan, è stato obbligato dai genitori dei bambini a cui insegna musica a sottoporsi ai controlli. Pena la diserzione delle lezioni. Il malcapitato, quindi, pur non presentando alcun sintomo sospetto, si è visto costretto a recarsi in ospedale, a Lecce, per farsi visitare al fine di rassicurare tutti sulla sua salute. Il suo arrivo ha ovviamente richiesto l’adozione del protocollo di sicurezza del caso, destando alcuni sospetti”.

Impossibile non riportarvi il feedback integrale dall’Ospedale Vito Fazzi di Lecce, considerando il fatto che la viralità di WhatsApp ha diffuso nel giro di poche ore il messaggio vocale, creando effettivamente il panico non solo nel salento per il primo possibile caso accertato di Coronavirus in Italia, ma anche nel resto d’Italia. Prima che il vocale si diffonda ulteriormente, dunque, diventa molto importante analizzare da vicino la vicenda.

Inutile dire che appena avremo eventuali novità extra in merito, aggiorneremo il nostro articolo di questa sera. Al momento, non resta che negare totalmente il contenuto dell’audio vocale WhatsApp, sul fatto che all’Ospedale Vito Fazzi di Lecce sia stato riscontrato il primo caso di Coronavirus in Italia, secondo quanto raccolto nei primi minuti di questo 28 gennaio.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News