Audio su WhatsApp: “Non comprate i Teneroni di Casa Modena, contengono un virus”, bambina al Santobono di Napoli

di Luca Mastinu |

In queste ore un audio registrato su WhatsApp sta circolando di dispositivo in dispositivo, con alcuni episodi anche sui social più usati dell’Internet. Una voce femminile riporta, su suggerimento dei suoceri che presenta come operatori del Santobono di Napoli, che “la notte scorsa” (ma non è precisata la data) una bambina di 2 anni è stata trasferita in rianimazione a seguito di un virus contratto dopo un pasto a base dei Teneroni di Casa Modena. Stiamo aspettando una risposta ufficiale, come riportato tramite un secondo approfondimento. Tale virus, riporta la voce, avrebbe intaccato il rene destro della bambina.

Sempre la voce – l’audio supera i 2 minuti e mezzo – riferisce di non essere solita nel credere a certi allarmismi, ma dal momento in cui la segnalazione arriva dai suoceri che ella presenta come interni all’ospedale, sarebbe meglio crederci.

Nella nota audio sentiamo, inoltre, che l’ospedale ha contattato l’azienda Casa Modena e “il medico del Santobono ha subito dichiarato il ritiro del prodotto“, ma in rete non si trovano comunicati del ritiro dei Teneroni di Casa Modena, se non per un caso del 2014 completamente diverso da quello raccontato oggi.

Verso la fine dell’audio, inoltre, sentiamo che i casi sono diventati tue: uno nella notte e uno nella mattina.

Per il momento non abbiamo alcuna prova del fatto, e per evitare spiacevoli casi di diffamazione vi chiediamo di non condividere questa nota vocale finché non avete una prova certa di quanto ascoltate. Per il momento, ancora, ciò che sentiamo rimane una nota audio anonima priva di fondamento, ed è sempre bene avere la prova schiacciante di quanto riportato, altrimenti si tratta di allarmismodiffamazione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News