Arrestate in Grecia le due eroine della Boldrini per traffico di esseri umani!

di Redazione-Team |

Arrestate in Grecia le due eroine della Boldrini per traffico di esseri umani! Bufale.net

Esiste un proverbio anglosassone che recita no good deed goes unpunished, ovvero nessuna buona azione rimane impunita: dal soccorrere qualcuno al trovarsi il Popolo della Rete, indinniato ed indinniante che ti accusa di traffico di esseri umani con tanto di namedrop di Laura Boldrini che tanti likes porta alla viralità ce ne vuole davvero poco.

E questo è il caso di questo meme:

Il meme a base di Boldrini buttata a caso, "traffico di esseri umani" e indinniazione
Il meme a base di Boldrini buttata a caso, “traffico di esseri umani” e indinniazione

Ma andiamo con ordine e cominciamo dalla notizia: che gli indinniati speciali hanno tirato fuori dal frigo di mesi fa.

Siamo infatti nell’Agosto del 2018, quando Sarah Mardini, celebre nuotatrice della rappresentanza Siriana decide di andare sull’isola di Lesbos per fare del volontariato presso l’associazione non governativa ERCI, che, visto il clima politico ben poco favorevole ad operazioni di solidarietà, attualmente ha sospeso le sue attività a tempo indeterminato.

Al suo ritorno a Berlino, Sarah Mardini (notare, non la sorella Yusra) si è pertanto, nel clima generale, accusata di aver favorito l’immigrazione illegale.

La struttura è la stessa che abbiamo visto in queste lunghe settimane: la perversa equazione per cui aiutare qualcuno che scende dai barconi a non morire equivarrebbe a incentivare l’immigrazione.

Già ad Agosto infatti, come nell’estratto da noi citato, il legale di Sarah Mardini era certo che fosse impossibile per l’accusa dimostrare i legami tra Sarah Mardini e la tratta illegale degli schiavi, ma temeva il risultato delle indagini preliminari.

Dopo l’arresto, il loro allenatore Sven Spannekrebs ha voluto far sapere che Sarah “odia gli scafisti. Per lei non c’è niente di peggio. Perciò non riesco a credere che abbia collaborato con scafisti e trafficanti di uomini”. Anche il direttore del Bard College fatica a credere alle accuse greche: “Non posso credere che le accuse siano fondate”.

Le autorità greche accusano Sarah di essersi accordata su gruppi Whatsapp anche direttamente con gli scafisti per aiutare migranti in arrivo via mare. L’avvocato nega che ci sia anche il minimo appiglio per sostenere una tesi del genere. La polizia ellenica sostiene inoltre, basandosi sulla sua attività sui siti di raccolta fondi delle associazioni di volontariato, che avrebbe riciclato denaro sporco. Infine, avendole trovato addosso un binocolo e una radio particolare con cui si captano i segnali delle guardie costiere, sostengono sia una spia.

Il ministero degli Esteri tedesco e l’ambasciata tedesca ad Atene si stanno occupando del caso. Quelle contro Sarah sono accuse che difficilmente potranno essere dimostrate, secondo l’avvocato, che teme tuttavia i tempi delle indagini preliminari. Sarah rischia comunque di restare in carcere per mesi.

Risultato che conosciamo benissimo noi di Bufale.net, per aver affrontato gli effetti che ha sull’indinniazione generale la totale mancanza di conoscenza della differenza tra rito cautelare ed ordinario.

Nonostante infatti Sarah Mardini sia tornata a Berlino e intenda proseguire la sua battaglia legale, il Popolo della Rete in festa ha già deciso di comminarle la condanna più atroce: un meme ingiurioso e diffamante senza alcuna possibilità di appello.

Al quale qualcuno deve opporsi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News