Apparsi sul Televideo i tagli al comparto Difesa con Di Maio: “Sono persone fortunate”, nuova bufala

di Redazione |

tagli al comparto Difesa

Sta girando su Facebook oggi 10 aprile una nuova bufala che investe Di Maio, a proposito dei presunti tagli al comparto Difesa, con tanto di schermata del Televideo che riporta le dichiarazioni da parte del leader del Movimento 5 Stelle. Andiamo dritti al punto, perché la fake news è facilmente riconoscibile, al dì là del fatto che al momento della pubblicazione del nostro articolo non si registrino parole del genere pronunciate dal ministro. Tutto verte sulla possibile abolizione del CFI (Compenso forfettario di Impiego).

Fa sorridere che, scorrendo la news riportata dal Televideo coi tagli al comparto Difesa annunciati da Di Maio, ad un certo punto arrivi anche una sorta di presa in giro per i potenziali soggetti interessati. Il virgolettato, infatti, ci riporta il leader del M5S parlare di “persone fortunate”, che guadagnerebbero già abbastanza. Si sfrutta dunque il malcontento di chi percepisce di essere sottopagato, considerando il fatto che il CFI viene percepito solo da alcuni ufficiali.

Per inquadrare al meglio la vicenda, in ogni caso, vi consigliamo il contributo del sito Forze Armate, che oltre a confermarci la bufala in distribuzione su Facebook e WhatsApp a proposito dei tagli al comparto Difesa, inquadra anche alla perfezione la situazione contrattuale delle parti coinvolte. Un’altra bufala che in qualche modo coinvolge Di Maio, dunque, dopo quella trattata sulle nostre pagine nei giorni scorsi, quando vi abbiamo parlato di alcune dichiarazioni a lui attribuite sui “cattolici sfigati“. Qui la potete approfondire, parallelamente a quanto emerso stamane con la falsa notizia che sarebbe apparsa sul Televideo.

Ancora, un eventuale decisione legata ai tagli al comparto Difesa difficilmente verrebbe annunciata da Di Maio, al dì là dell’impostazione grafica approssimativa che ci ricollega al Televideo. Insomma, la notizia che sta girando il 10 aprile su Facebook e WhatsApp rappresenta a tutti gli effetti una bufala.

Latest News