ANALISI IN CORSO “Amici, aiutatemi a segnalare questo profilo. È un pedofilo”

di Redazione-Team |

ANALISI IN CORSO “Amici, aiutatemi a segnalare questo profilo. È un pedofilo” Bufale.net

Fermi.

Prima di leggere ciò che il nostro staff ha da dirvi passate in rassegna questi articoli:

Tre articoli di facile lettura e comprensione, che dovrebbero indirizzarvi a una riflessione sull’uso errato pericoloso che molti utenti praticano dei social network. Utenti che potrebbero essere vostri vicini, vostri parenti e vostri figli. Fermatevi. Un post di quasi 2000 condivisioni ci viene segnalato dai nostri lettori:

Amici aiutatemi a segnalare questo profilo è un pedofilo ci ha provato in chat con il mio fratellino appena gli ho scritto con il mio mi ha bloccata e ho visto che ha tanti bambini come amici segnalatelo ! Grazie

No, fermi. La persona che ha diffuso lo screen del badge di profilo del presunto pedofilo sostiene che l’uomo ci abbia provato col fratellino, presumiamo minorenne. Succede, lo sappiamo e condanniamo qualsiasi abuso. Qualsiasi. Vi invitiamo a una riflessione: avete certezza, voi, di quanto dice la signora? No, non l’avete. Pubblicare nome, cognome e volto di un profilo segnalandolo come pedofilo è pericoloso. Per lui certamente, ma anche per voi. Ricordate il caso di Alfredo Mascheroni? Come leggiamo sul Post, Alfredo si era trovato al centro del fango per un messaggio virale che circolava su Facebook Messenger e che lo indicava come pedofilo.

Per colpa della bufala sul suo conto si era ritrovato a subire minacceingiurieatti intimidatoriaggressioni (Repubblica).

Oggi, la signora del post segnala un profilo e lo indica come pedofilo. Amici lettori, non vi sono prove e non neghiamo l’accaduto, affatto. Tanto meno lo confermiamo. Fermatevi, dunque. Non avete prova alcuna. Evitate di diffondere questi post, perché qualora si dimostrassero falsi le conseguenze sarebbero soltanto vostre. Lasciate le indagini a chi di competenza e non prendete iniziative. Comprendiamo che quando si tratta di bambini si agisca di pancia e non di testa. Evitate. Non avete prove, evitate.

Per questo parliamo di analisi in corso: non si tratta di bufala di notizia vera. Dite a chiunque avesse condiviso un tale post di fermarsi. Il profilo della persona segnalata, inoltre, ha già iniziato a ricevere commenti ingiuriosi e compulsivi.

Fermatevi e attendete riscontri ufficiali. Subito.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News