“Ampliare il concetto di congiunto per aumentare la capienza del servizio pubblico”: la denuncia di FdI

di Bufale.net Team |

“Ampliare il concetto di congiunto per aumentare la capienza del servizio pubblico”: la denuncia di FdI Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti un post relativo allo spinoso problema della ormai prossima riapertura delle scuole. Questa volta la segnalazione arriva da chi ci riporta un post di Giorgia Meloni, FdI.

E noi la accogliamo, dimostrando che, sebbene spesso commentatori in mala fede asseriscano il contrario, chiunque può inviare segnalazioni, chiunque può sottoporci un quesito e chiunque avrà una risposta.

Non siamo una task force, non abbiamo un indirizzo, un orientamento o alcun pregiudizio. Chiedete e vi sarà dato, bussate e vi sarà aperto.

Ed ecco il caustico post di Giorgia Meloni.

Il governo annuncia fieramente che, dopo mesi di duro lavoro, sono finalmente giunti alla soluzione del problema trasporto pubblico… ampliando il concetto di “congiunto”.
Sempre più imbarazzanti 🤦‍♀️

Dubbio oseremmo definire legittimo, dato che effettivamente il post, nei termini screenati dalla Meloni, esiste, ed è a tutt’oggi reperibile sulla bacheca dell’interessata

Ampliare il concetto di congiunto per aumentare la capienza del servizio pubblico

Il problema è tutto nel concetto di congiunti, col quale ci siamo scontrati noi stessi per intere settimane nel periodo del lockdown.

Ci eravamo lasciati considerando il parente stretto un congiunto, ma anche un partner col quale intrattenere una relazione emotiva stabile (cosa che ci ricorda, invero, la gag dello sconto per fidanzati da elargirsi alle coppiette disposte a tenersi in mano e baciarsi davanti all’esercente…), per arrivare, con l’aiuto degli amici di La Legge per tutti a confermare il solido e duraturo legame affettivo, ma nella necessità di un ulteriore intervento di chiarificazione del Governo.

Arrivata 24 ore dopo in un

“i coniugi, i rapporti di parentela, affinità e di unione civile, nonché le relazioni connotate ‘da duratura e significativa comunanza di vita e di affetti”’

Lascia dunque perplessa l’estensione del concetto di comunanza di vita ed affetti agli scolari ed ai colleghi di lavoro. Se possiamo, sull’onda del tempo delle mele

Postulare che, effettivamente gli studenti possano diventare un tipo di congiunti, probabilmente considerare l’inevitabile collega di lavoro che tutti vorrebbero voler morto un congiunto potrebbe stiracchiare la definizione un po’ tanto anche per il ricorso al Comitato Tecnico Scientifico.

Ci chiediamo pertanto come conciliare lo status di congiunti con l’aumento della capienza del servizio pubblico dei trasporti, dato che la ratio dell’esenzione del Lockdown ai Congiunti era proprio il fatto che, essendo i congiunti un numero limitato di persone che condividendo un progetto di vita ed una relazione stabile trascorrono del tempo insieme, usarlo per alleviare il disagio di un viaggio sui mezzi pubblici potrebbe suonare decisamente stonato…

Anche perché tale definizione sembra postulare che su un singolo autobus vi siano studenti/congiunti appartenenti ad un singolo “progetto di vita in comune”, ovvero classe, ma così non è.

Ricorderete tutti dagli anni delle superiori come su un singolo autobus viaggiava una vera e propria congerie di studenti che non si sarebbero mai visti altrove. E stesso destino potrebbe capitare ai lavoratori.

Restiamo quindi in attesa, come l’altra volta, di ulteriori sviluppi sul tema dell’Ampliare il concetto di congiunto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News