ALLARMISMO Toglie il primo strato esterno della carta attaccata al tubetto di Gentalyn Beta e scopre tubetto di Epione – Bufale.net

di David Tyto Puente |

ALLARMISMO Toglie il primo strato esterno della carta attaccata al tubetto di Gentalyn Beta e scopre tubetto di Epione – Bufale.net Bufale.net

allarmismo-gentalin-beta-epione
Tra le segnalazioni di questa settimana abbiamo quella del post pubblicato su Facebook, l’11 luglio 2015, da parte di Gaetano Guaia in merito ad un tubetto di Epione “spacciato” per Gentalyn Beta:

gentalin-beta-epioneEcco.. questa è l Italia! Compro una pomata x mia figlia, (gentalin beta) e togliendo il primo strato esterno della carta attaccata al tubetto, mi accorgo che è un altra pomata… si chiama epione, ed è un farmaco importato dal portogallo al costo di euro 4,20.. io l.ho pagata 15 euro.. ci vediamo lunedi signor farmacista, e intanto inizia a pregare ke questa pomata non crea effetti indesiderati a mia figlia, xke già ho fatto la prima applicazione.. poi l applicazione te la faccio io a modo mio!!

La rabbia e l’indignazione di Gaetano, di fronte a questa scoperta e al fatto che di mezzo ci sia la salute della propria figlia, è più che comprensibile. Tuttavia bisogna porre le dovute precisazioni in merito, al fine di non generare allarmismo.
Secondo quanto riportato dalla Gazzetta Ufficiale è autorizzata l’etichettatura del farmaco Epione in Gentalyn Beta:
 

Supplemento ordinario n. 46 alla GAZZETTA UFFICIALE
Importazione parallela del medicinale «Epione»
Estratto determinazione V&C PC IP n. 664 del 16 gennaio 2012
E’ autorizzata l’importazione parallela del medicinale EPIONE cream tube 30 g con numero di autorizzazione 9263004, il quale, per le motivazioni espresse in premessa, deve essere posto in commercio con la denominazione Gentalyn Beta […]

Di seguito il link per scaricare il comunicato della Gazzetta Ufficiale del 8 marzo 2012: link PDF.
Lo stesso Gaetano informa attraverso un commento che è tutto legale:
geatano-gentalyn-beta-epione
Nessuna colpa da parte del farmacista, il quale ha venduto un prodotto già etichettato e posto in commercio in Italia con la denominazione Gentalyn Beta. L’unico consiglio che possiamo dare a Gaetano, per non generare ulteriori allarmismi, è di modificare il suo post con un aggiornamento (magari lo stesso suo commento sopra riportato) e con il link al file pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News