ALLARMISMO In Puglia organismo marino tropicale velenoso. Esperti: “è mortale, se la vedete allontanatevi subito” – bufale.net

di Shadow Ranger |

Ci segnalano i nostri contatti una preoccupante notizia relativa alle nostre spiagge

Un animale che somiglia alle meduse ma che appartiene ad una specie tropicale anche più pericolosa. Dalle acque spagnole a quelle italiane in arrivo la “velenosissima Caravella portoghese (Physalia physalis), avvistata pochi giorni fa sui litorali iberici. Come riportano autorevoli testate spagnole, alcuni esemplari sono stati avvistati al largo di San Juan ad Alicante e delle Costa del Sole, quella sulla quale si affacciano le spiagge di Malaga, la stessa Almeria e quelle dove si riversano gli abitanti di Granada, Murcia. La medusa, ancora poco conosciuta, apparsa improvvisamente, giungerà a breve anche sui litorali italiani”. La dottoressa Così Angela Santucci, biologa marina presso l’Istituto di Scienze Marine del CNR di Lesina (Foggia) fa sapere che negli ultimi 10 anni gli avvistamenti di questi animali (che NON sono meduse) lungo le coste italiane sono aumentati addirittura di dieci volte. Per il suo aspetto viene spesso scambiata per una medusa, ma è in realtà un sifonoforo. “Ormai ogni estate siamo a rischio a causa dell’innalzamento delle temperature globali, dei massivi traffici marittimi attraverso i canali che ci collegano con gli oceani, soprattutto quello di Suez, del depauperamento delle popolazioni di grossi pesci predatori, nonché competitori alimentari delle meduse” – spiega la biologa.

La caravella portoghese (Physalia physalis Linnaeus, 1758) è un celenterato marino, unica specie del genere Physalia e della famigliaPhysaliidae.[1] Per il suo aspetto viene spesso scambiata per una medusa, ma è in realtà un sifonoforo. Non si tratta cioè di un singolo organismo pluricellulare, ma dell’aggregazione di quattro diversi individui specializzati chiamati zooidi,[2] collegati e fisiologicamente integrati tra loro al punto da essere reciprocamente dipendenti per la sopravvivenza. È dotata di tentacoli capaci di punture molto dolorose e pericolose per l’uomo. Le punture di una caravella portoghese possono essere letali per l’uomo.[24][25] Essendo spesso scambiata per una medusa, si adoperano talvolta rimedi inappropriati: la composizione del veleno differisce infatti da quello delle meduse vere e proprie.

La notizia, in parte informazioni generali sulla Caravella Portoghese, in parte Wikipedia, è, come potrete intuire dal lancio, grandemente esagerata.

Trattasi di un caso di allarmismo: basta cercare fonti diverse per liberarsi di ogni terrore irrazionale che potrebbe tenervi lontani dal mare.

Riferisce il biologo marino Ferdinando Boero per Quotidiano di Puglia

Una domenica con meduse. Chi ieri, approfittando del giorno di festa e del caldo finalmente ritornato, si è recato al mare ha dovuto fare i conti con una vera e propria invasione di meduse, che sono state avvistate dai bagnanti un po’ su tutto il litorale, ma soprattutto a Otranto a San Foca. E molti bagnanti oltre a vederle… hanno avuto anche uno spiacevole (e doloroso) incontro ravvicinato.

Fortunatamente i rischi si fermano qui: risale a cinque anni fa, in Sardegna, l’unica morte documentata a causa di una puntura di medusa. L’esemplare letale è quello della velenosissima Caravella portoghese (Physalia physalis) che è stata avvistata pochi giorni fa sui litorali iberici e nello specifico al largo di San Juan ad Alicante e delle Costa del Sole, sulla quale si affacciano le spiagge di Malaga, la stessa Almeria e quelle dove si riversano gli abitanti di Granada, Murcia.
La medusa, attraverso lo Stretto di Gibilterra, raggiungerà anche i litorali italiani, ma già nelle scorso settimane il biologo marino Ferdinando Boero, dell’Università del Salento, aveva tranquillizzato i bagnanti: «È molto difficile che questa colonia galleggiante, che i più associano a una medusa, arrivi fino alle coste pugliesi. Se arriva può essere una, ma è improbabile che ne arrivino tante e quindi non c’è allarme per il Salento».
La Caravella entra da Gibilterra con la corrente e può effettivamente raggiungere le coste della Sardegna, della Liguria, della Toscana e della Sicilia. Potrebbe anche entrare nello Ionio, ma che riesca ad arrivare fino in Puglia è altamente improbabile. La pericolosità della Caravella sta nei suoi lunghi tentacoli. Ha tossine che possono causare fortissimi dolori e anche l’arresto cardiaco nell’uomo.

La Caravella Portoghese, che peraltro non è una medusa infatti non ha capacità di movimento autonome,ma si muove spostandosi con la corrente, rendendo assai improbabile il suo arrivo in massa.

Nondimeno, la pericolosità evidenziata nell’articolo che ci indicate è molto esagerata.

Potrete quindi godere della vostra vacanza tranquilli, col minimo di attenzione indicata dal dottor Boero.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News