Agricoltore belga sposta per sbaglio il confine con la Francia

di Starlight |

Agricoltore belga sposta per sbaglio il confine con la Francia Bufale.net

Una notizia che ha dell’incredibile anche se è riferita a un gesto che non dovrebbe produrre gravi conseguenze per l’autore dello stesso. Tuttavia, quando si tratta di confini nazionali, l’incidente diplomatico potrebbe sempre nascondersi dietro l’angolo, tenuto conto che la linea di confine tra Francia e Belgio, che si estende per 620 Km, non ha subito variazioni dal 1820 quando fu firmato il Trattato di Kortrijk in seguito alla sconfitta di Napoleone a Waterloo cinque anni prima.

Cosa è successo?

Nel villaggio di Erquelinnes, al confine tra i due Paesi, un agricoltore locale, mentre transitava nei pressi del confine a bordo del suo trattore, ha spostato la pietra (risalente al 1819) che segna il confine tra Francia e Belgio, perché questa gli era di intralcio nel suo percorso. L’ha spostata di 2,29 metri in territorio francese e il risultato, di fatto, è stato quello di ingrandire il Belgio ai danni della Francia. La cosa è stata scoperta un appassionato di storia locale che stava passeggiando nella foresta. Più che un incidente diplomatico, la notizia ha suscitato ilarità e ha strappato molti sorrisi un po’ in tutta Europa, visto che la stessa ha avuto un ampio risalto su molte testate giornalistiche internazionali. Sorrisi che in questo buio periodo, tutto sommato, non guastano. Se rimetterà la pietra nella sua posizione originaria, per l’agricoltore non dovrebbero esserci particolari conseguenze e l’incidente dovrebbe chiudersi in modo del tutto pacifico. Visto il clamore mediatico generato dalla vicenda, c’è da scommettere che l’uomo rimetterà la pietra al suo posto quanto prima.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News