ACCHIAPPALIKE Immigrato africano distrugge 4 chiese a Roma, massima diffusione

di Luca Mastinu |

Ci segnalano un video pubblicato il 16 Gennaio 2017 dalla pagina Facebook Condividi per Informare (edit 22 gennaio 2018: il video si trova sulla pagina Facebook Il bello che avanza):

Il video mostra un individuo con addosso un berretto che si adopera nel fare scempio di statue, candele e altri atti di vandalismo a danno di oggetti sacri. Il materiale è autentico e, nonostante l’intervento di cropping del formato dell’immagine, è stato prelevato dal Messaggero, in un articolo del 1° Ottobre 2016. Stiamo parlando in un grave caso che avevamo già trattato e confermato in un nostro vecchio articolo del 3 Ottobre 2016.

Un breve riassunto:

Il 30 Settembre 2016, alle 19:30, un ghanese di 39 anni veniva segnalato alla Sala Operativa della Questura di Roma dal parroco della chiesa di San Martino ai Monti per atti di vandalismo. Poco dopo, il folle decapitava due statue nella chiesa di Santa Prassede e veniva segnalato dal parroco alla Polizia. Alle 10:10 del 1° Ottobre 2016 le telecamere di sorveglianza della chiesa di San Vitale riprendevano l’uomo di nuovo nella sua opera di devastazione. Poco dopo si sarebbe recato a compiere lo stesso scempio alla chiesa di San Giovanni. Mentre camminava per via Ripetta, nel probabile intento di raggiungere il prossimo obiettivo, veniva catturato dalla Polizia.

Siamo dunque di fronte a una notizia datata. Ciò che non può avere senso è diffondere il video nei giorni nostri e chiederne la condivisione. Per questo parliamo di acchiappalike: il post di Condividi per Informare, in realtà, non intende informare.

L’uomo, dopo 24 ore di devastazione, era stato catturato.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News