700mila euro per invitare Saviano a L’Aquila: il Sindaco Sovranista cancella tutto

di Shadow Ranger |

700mila euro per invitare Saviano a L’Aquila: il Sindaco Sovranista cancella tutto è un titolo che non ha niente di corretto.

L’unica informazione reale che si può desumere da tale titolo è una certa passione, se non piaggeria, per il portale VoxNews per il concetto stesso di Sovranismo. Esposta peraltro in modo nocivo per le stesse personalità da questi collegate al Sovranismo, che vedono le loro frasi decontestualizzate e buttate in pasto ad una folla che ne darà inevitabilmente una interpretazione artefatta.

In breve, potremmo citare Luke Skywalker e finire e iniziare il nostro fact checking con una sola citazione cinematografica: incredibile, ogni parola di ciò che hai detto è sbagliata.

La parola al nostro esperto Jedi Luke Skywalker
La parola al nostro esperto Jedi Luke Skywalker

Il Fact Checking

I nostri colleghi Fact Checker di Giornalettismo si sono già occupati in lungo e in largo della bufala: e vi è da dire che il compito era assai facile.

Il presunto articolo è in realtà una del tutto acritica collezione di affermazioni di personaggi sovranisti riportate in un infodump del tutto mistificato senza alcun approfondimento e contradditorio (quindi lesivo degli interessi degli stessi citati), condite da un cappello dove si accusa la sinistra di “organizzare incontri con ‘artisti’ di area” e si invitano i sovranisti a fare lo stesso ‘per controllare la narrativa’.

Prima di iniziare il Fact Checking chiediamo quindi ai preponenti di questa teoria di fare ordine: è un concetto sbagliato l’idea di un festival di area, e quindi non andrebbe fatto a prescindere, oppure il problema è che se lo fanno i “Sovranisti” va bene e nessun altro dovrebbe farlo?

Insomma, il senso di questo articolo diventa pericolosamente simile alla buffa scenetta di Bender, il simpatico ma incontrollabile robot di Futurama che, scacciato da un Luna Park rinomato sulla Luna, esclama convinto

di volersi costruire un Luna Park tutto suo, con Black Jack e Squillo di Lusso! Anzi… senza il Luna Park!

Ma in realtà non esiste neppure alcun festival di area.

Il bottone Fact Checking, che VoxNews impropriamente usa collegandolo ad una ricerchina su google in realtà non fa alcuna chiarezza.

Giornalettismo la fa.

Il meccanismo è elementare: il MIBAC stanzia 700mila euro per il rilancio, anche culturale dei territori colpiti dal terremoto.

700mila euro per iniziative culturali, non per determinati ospiti in determinate iniziative culturali.

Silvia Barbagallo, direttrice del Festival degli Incontri, lancia un messaggio curiosamente non riportato da VoxNews, nonostante sia l’origine di tutto

“A poche settimane dall’inaugurazione, il sindaco de L’Aquila, Pierluigi Biondi, si fa vivo manifestando l’intenzione di voler condizionare il supporto operativo del Comune proponendo l’esclusione di alcuni ospiti a lui sgraditi, tra questi Roberto Saviano e Zerocalcare, chiedendomi un bilanciamento politico del programma, con nomi a lui graditi, esercitando così di fatto una censura politica sugli indirizzi culturali. È il segno di una visione autoritaria del rapporto tra la politica e la cultura, un’invasione di campo della politica che mette bocca dove non dovrebbe, la scelta degli ospiti e dei contenuti, per una manifestazione interamente finanziata dal ministero dei Beni culturali”.

Ospiti che, peraltro arriverebbero a nummo zero, gratuitamente.

Lo stesso ZeroCalcare, in un post a difesa della Barbagallo ha dichiarato che la sua presenza, a questo punto anche giustamente in forse, era sempre stata intesa come a titolo prettamente gratuito

Precisando ulteriormente, con la sua solita graffiante ironia che da tutta questa vicenda in fondo lui non perde né soldi, che non avrebbe percepito, né visibilità, bene di cui gode in abbondanza e grande quantità, ma l’unica a perderci è la Barbagallo bersagliata da orde di cattivisti da tastiera.

Al che VoxNews riporta solo parte della vicenda, quella che a lui conviene, col sindaco che interviene per rivendicare il suo ruolo di primus inter pares, gestore dei cordoni della borsa e pronto ad allentarli previo incontro con lui

“Ho detto che si deve confrontare con me: se vogliono che il Comune adotti la delibera per erogare i fondi, mi venga a trovare e ragioniamo”

Insomma, come riportano i colleghi Fact Checker di Giornalettismo

Il sito in questione titola: «700mila euro per invitare Saviano a L’Aquila. Sindaco sovranista cancella tutto». Ovviamente nulla di tutto questo è vero. Partiamo dalla vicenda. Il primo cittadino del capoluogo abruzzese, Pierluigi Biondi (militante di Fratelli d’Italia ed eletto con la coalizione di Centrodestra), ha detto di non voler spendere i fondi dedicati per la realizzazione del Festival Incontri per dare spazio a un pensiero di sinistra. Una presa di posizione che sta facendo discutere, ma poi spetterà all’organizzatrice dell’evento decidere come utilizzare quei soldi.

L’immagine di copertina del tutto inattinente e il commento

A completare l’assoluta mistificazione, abbiamo (cosa assai censurabile per un portale legato al giornalismo) una immagine di copertina totalmente inattinente, anche solo per relazione, con l’articolo (che scopriamo essere un infodump di citazioni prive dicontesto)

L'immagine di copertina dell'articolo di VoxNews
L’immagine di copertina dell’articolo di VoxNews

L’immagine di copertina contiene infatti un articolo del tutto diverso, dove una ignota manina ha evidenziato il fatto che Saviano si arrivato a Ricetta Milano con la presenza della scorta.

E non importa che, ovviamente, L’Aquila non è provincia di Milano o viceversa.

Non importa ricordare che da anni Saviano vive sotto scorta a causa delle continue minacce ed intimidazioni della Camorra.

Importa solamente costruire una narrazione: e le evidenziazioni a caso ne fanno parte.

Più l’unico commento all’interno dell’articolo che, come nel più triste degli stereotipi, descrive un arazzo per cui

il giovane di destra di solito va a lavorare invece di perdere tempo con la chitarra.

Salvo poi richiedere un festival sovranista, perché sì.

Riassumendo

Al momento,

  1. l’unica pregiudiziale posta dal sindaco è voler personalmente confrontarsi con la Barbagallo, in un modo da questa percepito come un’ingerenza sulla sua facoltà di direttrice.
  2. nessuno ha cancellato alcunché
  3. i 700mila euro non sono soldi per la partecipazione di qualcuno, ZeroCalcare, che sarebbe andato gratis, comincia ad essere già stomacato da una discussione che “articoli” come questo non rendono affatto migliore

Nonostante questo, la bufala continua a circolare.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News