6000 morti da vaccino secondo EMA: ancora falsità sulle segnalazioni

di Bufale.net Team |

6000 morti da vaccino secondo EMA: ancora falsità sulle segnalazioni Bufale.net

6000 morti da vaccino secondo EMA è lo specchio europeo della “saga delle segnalazioni VAERS” di cui abbiamo parlato.

Sostanzialmente esiste nell’antivaccinismo militante una nuova tendenza. Certo, su una scala di valutazione del danno meno fisicamente perniciosa di gettare molotov nei centri vaccinali per creare terrore nella popolazione o inseguire ambulanze in servizio ostacolando e rendendo malagevole il loro servizio, ma nel lungo termine non meno pericoloso.

La teoria è sostanzialmente estrarre i dati delle segnalazioni e, approfittando della confusione tra evento, segnalazione e verifica che l’utenza media ha millantare un numero gonfiato e inesistente di morti dichiarando di averle lette da “fonte verificata”.

Come sappiamo, l’utente medio non verificherà mai la fonte, limitandosi a riscontrare l’esistenza di un link o un’immagine, danneggiando così l’intera efficaci della campagna vaccinale cui si deve salute e sicurezza di tutti.

6000 morti da vaccino secondo EMA: ancora falsità sulle segnalazioni

Ora, la falsità non è nel fatto che esistano le segnalazioni, ma come funzionano le segnalazioni.

Il modello a cui si rifanno i novax nostrani è lo stesso cui si rifanno i novax americani col VAERS. Il VAERS, abbiamo visto, accetta ogni segnalazione legata ad un probabile, potenziale, spesso solo temporale nesso tra somministrazione e presunto effetto, deferendo agli enti più idonei la verifica.

Un esempio, abbiamo visto, è stato dato da un anestesiologo Americano che, volendo dimostrare la “magagna” usata dai novax del suo tempo (all’epoca schierati a battaglia per dimostrare un falso e inesistente nesso tra vaccini e autismo), segnalò al VAERS che la vaccinazione anti-influenzale l’aveva mutato in una creatura verde dai muscoli possenti e governata da istinti rabbiosi.

Mister McGee, non mi faccia arrabbiare. Non le piacerei se perdessi il controllo
Mister McGee, non mi faccia arrabbiare. Non le piacerei se perdessi il controllo

Praticamente lasciando sul VAERS, finché lui stesso non segnalò al servizio la burla e la sua motivazione, una segnalazione per cui l’antinfluenzale di stagione può darti i poteri dell’Incredibile Hulk.

E non solo.

Sia VAERS che la Banca Dati Europea hanno una lunghissima sequela di avvertenze.

Su questo link riportiamo l’avvertenza della Banca Dati Europea, che, come il VAERS, conferma ad esempio che

“Un caso può essere riferito sulla base del sospetto che l’effetto indesiderato sia associato al medicinale. Ciò tuttavia non significa necessariamente che sia stato riscontrato un nesso tra il medicinale e l’effetto indesiderato; l’effetto indesiderato potrebbe essersi verificato in seguito ad altri fattori, per esempio la malattia che si sta curando o un’interazione tra due o più medicinali assunti dal paziente”

Oppure

“Le informazioni riportate su questo sito web si riferiscono a sospetti effetti indesiderati, ossia a effetti che sono stati osservati in seguito alla somministrazione di un medicinale o a una terapia con un medicinale. Tuttavia, i sospetti effetti indesiderati potrebbero non essere correlati al medicinale o provocati dallo stesso.”

Stessa avvertenza, abbiamo visto, riportata sul portale del VAERS.

Ma qui scatta la grande astuzia degli antivaccinisti militanti, solitamente non ti daranno mai il link del VAERS o del Database Europeo riportante le avvertenze.

Con la “scusa” di fornire “un accesso più facile e democratico”, di “semplificare l’acceso per i cittadini”, solitamente ti esibiranno screenshot prese direttamente a valle, dopo che la ricerca è terminata, o aggregatori, ovvero dei siti che accedono al servizio ed estraggono i dati saltando quelle segnalazioni.

Lo scopo è evidente: se l’utente non legge la nota per cui “i sospetti effetti indesiderati potrebbero non essere correlati al medicinale o provocati dallo stesso.”, l’autore del meme ha buon gioco a dichiarare il falso senza nessuno che lo smentisca.

Infine, aggiungiamo che, come spiegato dai colleghi fact checker anche le segnalazioni di casi effettivamente collegati vengono inserite nel database Europeo molteplici volte. Ognuna per potenziale causa.

Un soggetto che ha assunto un determinato farmaco in quel periodo assumeva altri cinque farmaci e teneva tre comportamenti di rischio? Per il sistema non è una segnalazione, sono nove.

Ma tutto questo l’antivaccinista militante non ha alcun interesse a dirtelo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News