281 medici denunciati per esercizio abusivo: lavoravano senza Green Pass

di Bufale.net Team |

281 medici denunciati per esercizio abusivo: lavoravano senza Green Pass Bufale.net

281 medici denunciati per esercizio abusivo: nonostante l’obbligo vaccinale per la loro categoria, avevano deciso di ignorare la sospensione e continuare a lavorare.

Spesso, a stretto contatto con pazienti di tutte le età, contravvenendo a quello che il diritto ha definito come non solo un obbligo legale, ma morale, deontologico e di solidarietà discendente dallo stesso Giuramento di Ippocrate.

Sono stati quindi individuati a seguito dei controlli dei NAS ben 281 professionisti inadempienti su 4.900 esaminati, ma va ricordato che i controlli sono costanti e investiranno alla fine tutti i professionisti censiti.

Buona parte dei coinvolti avevano già ricevuto notifica dell’avvenuta sospensione dal servizio, ma avevano semplicemente deciso di ignorarla. Cosa ben grave, calcolando che i 281 medici denunciati ricoprivano vari ruoli tra sanità pubblica e privata, compresa medicina di base e pediatria, laddove ci sono anziani e quindi fragili e bambini e quindi non ancora vaccinati.

Sui 281 ora non solo ricade la sospensione, ma presto penderà denuncia per esercizio abusivo della professione medica.

Nella giornata di oggi abbiamo peraltro avuto due notizie a questa in un certo senso collegate.

Era infatti un medico sospeso per inottemperanza all’obbligo di vaccinazione il soggetto denunciato per truffa a Biella per aver tentato di simulare la vaccinazione presentandosi in hub con un braccio finto.

E inoltre un noto gruppo per le terapie domiciliari ha dovuto cessare ogni attività per mancanza di medici, trovando gli aderenti falcidiati dalle sospensioni e annunciando di dover cercare nuovo personale in grado di esercitare la professione per riprendere le attività.

 

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News