PRECISAZIONI Pugilato femminile, emorragia cerebrale dopo un match: boxer in rianimazione

0
601

Si chiama La Repubbica, e fa di tutto per assomigliare alla nota La Repubblica non solo richiamandosi alla grafica della testata, ma anche facendo man bassa dei suoi articoli. Prendiamo l’esempio dell’articolo dedicato a Francesca Moro, che al termine del suo incontro di boxe si è sentita male ed è stata subito ricoverata in ospedale. Questa una breve citazione di La Repubbica:

Secondo quanto si appreso la ragazza ha riportato un’emorragia cerebrale. Nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Pescara stato drenato un ematoma subdurale acuto. La ragazza stata poi ricoverata nel reparto di rianimazione. Secondo i medici le sue condizioni sono critiche. I medici del reparto diretto da Tullio Spina la stanno tenendo sotto costante monitoraggio. La 26enne intubata e respira con ventilazione meccanica. sedata e lo rester almeno fino a luned. Determinante, per poter capire come la giovane atleta stia rispondendo alle cure, l’evoluzione del quadro clinico nelle prossime ore.

E questa quella corrispondente de La Repubblica:

Nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Pescara è stato drenato un ematoma subdurale acuto. La ragazza è stata poi ricoverata nel reparto di rianimazione. La giovane, arrivata in ospedale con un ematoma sottodurale acuto, è stata sottoposta a intervento chirurgico in Neurochirurgia e ora è ricoverata in Rianimazione. La prognosi resta riservata. I medici del reparto diretto da Tullio Spina la stanno tenendo sotto costante monitoraggio. La 26enne è intubata e respira con ventilazione meccanica. È sedata e lo resterà almeno fino a lunedì. Determinante, per poter capire come la giovane atleta stia rispondendo alle cure, l’evoluzione del quadro clinico nelle prossime ore.

La Repubbica non si è limitata a copiare (anche piuttosto malamente, saltando – forse deliberatamente? – alcune lettere) da La Repubblica, ma anche da Ansa.it. Entrambe le testate fanno bello sfoggio del copyright RIPRODUZIONE RISERVATA, che impedisce il plagio e il copia-incolla dei testi per modalità come quelle utilizzate da La Repubbica. La cosa buffa? Che La Repubbica non è una testata (dal disclaimer del sito: La Repubbica è un portale di notizie, intrattenimento e molto altro ancora. Vi mettiamo a disposizione con le ultimissime notizie e video di tutto il mondo.), copia senza scrupoli e si permette anche di abusare (nel suo caso) dello stesso copyright delle testate da cui ha preso a man bassa i pezzi.

In ogni caso, approfondiamo la notizia, che purtroppo è vera. Lo confermano numerose testate, come il Corriere del Veneto, La Gazzetta dello Sport, Tutto Sport.
Questo l’articolo di Rai News, che spiega la situazione nei dettagli:

Paura per Maria Francesca Moro. La pugilessa mestrina è ricoverata in prognosi riservata dopo essersi accasciata al termine del suo match della categoria dei 57 kg al torneo nazionale femminile Elite II di Chieti. Vincitrice ai punti, la Moro non appena reso noto il verdetto, si è portata la mano alla testa e poi a fatica, barcollando, ha salutato l’angolo rivale per uscire dal ring. A quel punto è stata portata fuori a braccia. In forza alla Boxing Mestre, studentessa universitaria a Padova, è stata immediatamente soccorsa prima dai medici sul posto e poi dal 118. Nella notte è stata operata all’ospedale di Pescara. I medici, come riporta l’edizione online del Centro, dopo la tac eseguita in urgenza, le hanno diagnosticato un`importante emorragia cerebrale ed è entrata in coma. Non si sa, al momento, se l`emorragia sia stata causata da una patologia congenita pre-esistente, o se invece possa trattarsi di uno sfortunato incidente legato al tipo di attività sportiva svolta. Nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Pescara è stato drenato un ematoma subdurale acuto. La ragazza sarà successivamente ricoverata nel reparto di rianimazione. Francesca, che prima di salire sul quadrato di Chieti vantava un record di 5 vittorie, sette sconfitte (l’ultima il 10 febbraio scorso) e due pari, affrontava la campana Clara Pucciarelli, 23 anni, tesserata per le Fiamme Oro, con un record molto simile: 8 vittorie, 7 sconfitte e un pari. La giovane atleta era reduce da un match, contro Chiara Pucciarelli, categoria 57 chili, un’altra delle 122 atlete che hanno partecipato alla manifestazione. L’incontro non era finito bene, visto che era stata sconfitta nettamente dalla sua avversaria. Sembra anche che avesse accusato alcuni mancamenti, dai quali sembrava essersi ripresa in fretta.

Al momento sembrano esserci timidi segnali di ripresa, come riferiscono nuovamente l’Ansa.itSky Sport e Rai Sport, di cui citiamo la parte iniziale:

“Tenui segnali di evoluzione positiva del quadro clinico fanno sorgere, accanto alla speranza, un cauto ottimismo sulle possibilità di piena ripresa della ragazza, la cui situazione verrà costantemente seguita e supportata a tutti i livelli”. Lo fa sapere in serata la Federazione pugilistica italiana (Fpi) in merito alle condizioni di Francesca Moro, ricoverata a Pescara.

Ore di angoscia e speranza per Francesca Moro, 26 anni, originaria di Padova e residente a Mestre, che ha perso conoscenza dopo un incontro di pugilato in un torneo a Chieti. La giovane atleta è in rianimazione all’ospedale di Pescara dopo aver subito il drenaggio di un ematoma subdurale acuto effettuato nel reparto di Neurochirurgia. In ospedale è arrivata in coma. La prognosi è riservata. E’ sedata per tenere “a riposo” il cervello. La situazione viene definita dai medici di Pescara “critica ma stabile”. Resterà sedata almeno fino a lunedì. Determinante l’evoluzione del quadro clinico nelle prossime ore.

“I medici sono ancora cauti, Francesca è in rianimazione, ma fanno trasparire un segno di positività”, dice il presidente della Union Boxe di Mestre, Luciano Favaro.

In una situazione così delicata è ancora più incredibile che qualcuno approfitti di una notizia vera per fare un’opera di informazione così trasandata, sulla pelle degli altri.