NOTIZIA VERA Stava per sferrare il colpo fatale quando la donna riesce a far uscire il suo cane

NOTIZIA VERA Stava per sferrare il colpo fatale quando la donna riesce a far uscire il suo cane

Ci segnalano un articolo pubblicato su Bigodino:

Roma, un quarantaseienne si scaglia contro la compagna, la picchia in tutti i modi, calci e pugni come se avesse davanti il suo peggior nemico.

La donna, in condizioni disperate è ormai vittima insalvabile di tale ferocia, non ha scampo, l’appartamento è diventata una gabbia, i colpi in testa la stanno privando dell’orientamento, ma in casa non è sola…

Si trascina fino alla porta della camera, lei sa che li potrebbe esserci la sua salvezza, apre la porta e finalmente il suo cane da sfogo alla rabbia che stava accumulando in quei minuti di terrore.

Il cane si scaglia sull’uomo, lo afferra ad un polpaccio con tutta la rabbia possibile, il suo intento è quello di far a lui peggio di quello che ha fatto alla sua amata mamma. L’uomo sanguinante riesce a scappare per le scale, il cane si avvicina alla sua padrona e si siede accanto a lei, questa è la scena che si troveranno davanti gli inquirenti.

L’uomo è stato rintracciato e arrestato, la donna non è in gravi condizioni e il cane…beh lui è solo un cane, vero? Questa storia parla di meschinità, di vigliaccheria e di cattiveria, tutta da parte di un uomo che le ha riversate su una donna.

Chi ha risolto la cosa? Un cane! Quello che l’uomo danneggia loro lo riparano, con l’amore guarirà le ferite dell’anima nel cuore di mamma e tutti coloro che li schifano, che li scacciano che dicono…io un cane mai, sappiate che sono meglio di tutti.

Auguri di buona guarigione alla signora e al cane va la nostra più affettuosa carezza!

La notizia è vera e lo conferma il riscontro sulle principali testate nazionali:

L’aggressione è avvenuta a Roma nel quartiere del Tufello. La vittima, ex compagna dell’aguzzino, si era rifugiata in una stanza dopo aver ricevuto numerosi colpi in più parti del corpo. In quel momento il cane si è avventato contro l’uomo che era armato di coltello, mordendolo e mettendolo in fuga. Sul posto sono intervenuti gli agenti del 113 dei commissariati di Fidene Serpentara e Sant’Ippolito, chiamati dalla vittima. L’uomo è stato fermato poco dopo.

Si tratta di un romano di 46 anni, di cui le testate diffondo le iniziali A. F.

L’uomo risultava già segnalato per episodi analoghi.

La notizia, dunque, è vera.