NOTIZIA VERA Rissa alla fiera di Catania (video)

NOTIZIA VERA Rissa alla fiera di Catania (video)

Un video caricato su Facebook sta facendo il giro delle varie bacheche con compulsiva richiesta di farlo girare. Non potendo incorporare contenuti da profili privati, vi riportiamo lo stesso video caricato sul canale YouTube de La Sicilia il 19 luglio 2017:

Come fa notare il Corriere il 20 luglio, la rissa si è scatenata tra ambulanti italiani e stranieri. Si tratta del mercato di Piazza Carlo Alberto (Catania Today) e i fatti hanno avuto luogo il 19 luglio. La scena è stata filmata da una residente. Il giorno dopo, Carabinieri e Polizia Municipale sono intervenuti per ricostruire l’accaduto.

Il 22 luglio è stata poi condotta un’operazione anti-abusivismo voluta dal sindaco Enzo Bianco, come annunciato sulla sua pagina Facebook:

Sul posto sono intervenute la Polizia Municipale del commissario Stefano Sorbino e la Polizia di Stato del X Reparto del vicequestore Alessandro Berretta. Si sono registrati 8 sequestri e un fermo per un italiano che si rifiutava comunicare le proprie generalità e per un senegalese accusato di contraffazione.

La rissa

Come riporta MeridioNews il 22 luglio, secondo la ricostruzione dei senegalesi partecipanti e del legale dell’unico indagato (Orazio Salice, classe 1962), il casus belli sarebbe stata una richiesta di Salice di spostarsi rivolta agli ambulanti abusivi. L’italiano – riferisce il suo avvocato Dario Mori – avrebbe chiesto a uno degli stranieri di spostare la propria merce perché non riusciva a passare col camion. Da quel momento si sarebbe creata la tensione sfociata in un vero e proprio parapiglia. Sempre Meridionews ma in un secondo articolo riporta una ricostruzione più approfondita, nella versione dei fatti fornita dai senegalesi.

La rissa sarebbe esplosa alle 13:30, orario in cui gli operatori della Fera ‘o Luni iniziano a smontare le bancarelle. I senegalesi riferiscono che Salice ha dei dissapori con loro da diverso tempo per via di continue provocazioni che l’indagato rivolge in continuazione. Salice vende scarpe così come alcuni di loro, e per questo lunedì sono iniziate le tensioni. L’uomo avrebbe intimato i senegalesi ad andarsene, e la resistenza di uno di essi avrebbe portato Salice a lanciare un pezzo di bancarella. Da quel momento si è consumato il caos.

L’avvocato Mori, invece, racconta che Salice stava smontando e non riusciva a passare col camion. Dopo aver chiesto ai senegalesi di spostarsi, questi avrebbero aggredito un suo collaboratore. Live Sicilia riporta che le indagini della Squadra Mobile sono in corso e coordinate dalla Procura. L’avvocato Mori, ancora, riferisce che la corsa di Salice a bordo del proprio furgone in mezzo alle bancarelle era dettata dalla paura e dalla volontà di difendere il suo unico mezzo di sostentamento.

Un secondo video è stato pubblicato il 21 luglio dalla pagina Facebook del magazine Cronaca Vera:

Al momento, dunque, esistono due versioni discordanti sull’origine dei fatti. L’unico indagato, per ora, è Orazio Salice con l’accusa di rissa aggravata. Le forze dell’ordine sostengono che risalire all’identità degli altri cittadini stranieri coinvolti nella vicenda è complicato per il fatto che siano abusivi. Da tempo i cittadini lamentano l’assenza di controlli efficaci nelle occasioni della Fiera, lacuna che evidentemente ha portato all’accresciuto abusivismo tra i venditori ambulanti.

Notizia vera, dunque, con indagini ancora in corso e un unico indagato.