NOTIZIA VERA La rivolta dei profughi minorenni: otto 17enni africani sequestrano il responsabile della casa famiglia di Caivano

0
624

La Repubblica parla oggi di una rivolta scoppiata in una casa famiglia per minori non accompagnati di Caivano, Napoli. Otto ragazzi diciassettenni hanno sequestrato il responsabile della struttura intimandogli di consegnare loro soldi e documenti:

Otto minori di origine africana, tutti ospiti di una casa famiglia per minori non accompagnati di Caivano (Napoli), hanno sequestrato e minacciato il responsabile della cooperativa chiedendo denaro e il rilascio dei documenti altrimenti avrebbero dato fuoco alla struttura.

Gli otto minori, tutti 17enni provenienti dal Gambia e dalla Guinea, hanno sequestrato l’uomo, un 50enne, bloccando l’ingresso della struttura con alcuni mobili e immobilizzandolo nel suo ufficio, seduto su un divano.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Casoria che, una volta entrati nella struttura, hanno liberato il responsabile e arrestato i minori, accusati di sequestro di persona a scopo di estorsione. Ora si trovano nel centro di prima accoglienza dei Colli Aminei di Napoli.

La notizia è stata inizialmente riportata da Adnkronos e a seguire da testate come Il MattinoIl Messaggero. Il Mattino ha anche intervistato il sequestrato, Ciro Cristiano, che ha chiarito: “C’erano tre o quattro ragazzi che già avevano i documenti, e altri due stavano aspettando la chiamata della Questura. Sono venuti di mattina e hanno fatto in modo che non uscissi dalla cucina, io dormivo qua. Non sono responsabile della casa famiglia, sono responsabile per la notte. Mi hanno chiuso dentro, hanno rotto alcuni oggetti della casa”: