DISINFORMAZIONE Ecco quanto costa fare il pieno in Arabia Saudita!

0
1518

La pagina Facebook Condividi Per Informare pubblica un video con la didascalia: Ecco quanto costa fare il pieno in Arabia Saudita!:

Nel video, alcuni italiani stanno facendo rifornimento e chiariscono che per 112 litri hanno speso meno di 20 euro, dato che al litro la benzina viene 0.120 riyal. Intanto, il primo errore: non stiamo parlando del riyal dell’Arabia Saudita, ma del rial dell’Oman (che, come riportato su diversi siti, come qui e qui, viene spesso rappresentato con la sigla RO). Dal sito Global Petrol Prices, sappiamo che:

Oman – prezzi della benzina: Mostriamo i prezzi dal 08-maggio-2017 г. al 14-agosto-2017 г. Il prezzo medio per il paese in questo periodo è 0.19 (Rial Omani), con un minimo di 0.18 (Rial Omani) il 03-luglio-2017 г. e un massimo di 0.20 (Rial Omani) il 08-maggio-2017 г. Per fare un paragone, il prezzo medio del diesel nel mondo per questo periodo è 0.48 Rial Omani.

Cioè, attualmente per 112 litri sono circa 21.28 rial omani, ovvero 47 euro. Se si prende il vecchio dato invece, 0.12 rial omani al litro equivalgono ad un prezzo complessivo di meno di 30 euro. Dato che non sappiamo quando il video è stato girato e che l’Oman ha recentemente alzato i prezzi di benzina e petrolio:

L’economia dell’Oman si basa infatti per circa l’80 per cento sull’estrazione e il commercio di petrolio. Nella recente crisi dei prezzi del petrolio, l’Oman si è distinto per aver criticato i sauditi e i loro alleati del Golfo per aver deciso di sostenere costi di estrazione molto bassi e per non aver voluto sacrificare la loro quota di mercato per ristabilire il livello dei prezzi.

(Da Il Post)

è lecito supporre che il video (il prezzo riportato nei siti precedentemente linkati, che risalgono al 2011 e al 2013, è effettivamente di 0.120 rial al litro) è stato girato in una stazione di benzina qualche tempo fa. In ogni caso, non dovrebbe essere una sorpresa scoprire che in patria produttrice la benzina ha un prezzo decisamente basso rispetto a quello a cui siamo abituati. Basti poi pensare alle differenze del costo della benzina da nord a sud Italia, o in regioni a statuto speciale, come il Friuli, che hanno prezzi agevolati per i propri residenti. Nella stessa Europa il prezzo varia da Stato a Stato, anzi, da zona a zona. Questo dipende dal prezzo di vendita fissato dagli importatori, dalle convenzioni statali, dal trasporto, dal mercato finanziario. Stupirsi che in Arabia Saudita il prezzo è così basso se paragonato ai nostri standard è un po’ come meravigliarsi che a cento gradi l’acqua bolle. Oppure come stupirsi che la vita media in Inghilterra sia più cara rispetto a quella dell’Italia, o che comprare all’estero prodotti tipici nostrani significhi vedere, il più delle volte, un conto molto salato delle nostre aspettative.

Si tratta quindi dell’ennesimo caso di ricerca di facile indignazione. Basta soffermarsi a pensare per non cascarci.