DISINFORMAZIONE Boldrini ricatta gli italiani! Se non diamo Ius Soli ci sanno immigrati pronti a farvi del male!”

0
375

Ci segnalano l’ennesima evacuata di fiele della pagina Facebook Basta Ingiustizie:

I commenti più rilevanti sono riportati sull’immagine di copertina. Per una prima analisi consigliamo l’ascolto delle parole pronunciate da Laura Boldrini all’interno del filmato, dettaglio che i commentatori compulsivi non riescono a considerare:

Lo Ius Soli Temperato e lo Ius Culturae riguardano giovani che sono o nati in Italia o hanno fatto un corso di studi in Italia. Ragazzi e ragazze che non hanno altro Paese di riferimento o sono nostri cittadini o non sono. Ragazzi che se noi teniamo ai margini li faremo diventare peggiori, tireremo fuori il peggio sentimento fuori da loro: quello dell’esclusione, dell’essere messi da parte, del sentirsi rifiutati. Abbiamo bisogno di questo? Abbiamo bisogno di persone che si sentono rifiutate e che si sentono in diritto di danneggiare perché rifiutate? Io penso di no. Io penso che dare la cittadinanza a qualcuno significa invitarlo a far parte di una comunità, condividere un percorso.

L’intervento di Laura Boldrini è un estratto della sua partecipazione al Festival “Il libro possibile” tenutosi a Polignano a Mare dal 5 all’8 Luglio (Ansa) durante il quale si sono svolti reading, lectio magistralis, dibattiti e presentazioni di iniziative culturali. La chiave di lettura offerta da Basta Ingiustizie è ovviamente quella del terrore che vede gli immigrati come belve inferocite pronte a mettere a ferro e fuoco lo Stivale qualora non fosse loro riconosciuto il diritto di cittadinanza. Boldrini sottolinea la possibilità del risentimento che potrebbe scaturire a quanti non si sentono parte di una comunità, non di certo intende ricattare gli italiani con illazioni oltremodo gravi.

L’opera di terrore è ovviamente ripresa da ImolaOggi con lo stesso video prelevato, ovviamente, da YouTube su cui compare con un diverso titolo: “Laura Boldrini al Libro Possibile di Polignano a Mare 2017“:

Parliamo di disinformazione, dunque, perché il messaggio presentato da Basta Ingiustizie è quello che i lettori percepiscono senza contestualizzare né prestare orecchio alla fonte. Da “persone rifiutate che potrebbero sentirsi in diritto di danneggiare” a “senza Ius Soli gli immigrati sono pronti a farvi del male” vi è una linea molto sottile. La facilità di lettura, in questo caso, fa confluire ogni interpretazione nella seconda opzione, spacciata come verità assoluta dalle piattaforme di disinformazione e speziata con una serie di attacchi sessisti e violenti contro un personaggio politico.

Per un’elemosina di like.