BUFALA Taranto. Sposa e parroco beccati a fare l’amore prima del matrimonio. Le grida si sentivano fino a dentro la chiesa

BUFALA Taranto. Sposa e parroco beccati a fare l’amore prima del matrimonio. Le grida si sentivano fino a dentro la chiesa

Ci segnalano un articolo pubblicato il 9 Marzo 2017 su Giornale Italiano (archive.is) e ripreso il 13 Marzo su Liguria Notizie (archive.is):

Alla fine non gli è rimasto altro che confessare, queste le parole di Roberta fidanzata da 10 anni con Massimo e beccata da quest’ultimo, pochi minuti prima delle nozze, mentre faceva l’amore con il parroco che avrebbe dovuto sposarli: “Ho avuto una relazione con Padre Giuseppe (ndr: tutti i nomi che usiamo sono di fantasia, i protagonisti hanno chiesto di non divulgare le loro identità) per due anni, lui mi capisce come nessuno, io lo amo ma lui ama Dio

La storia di Padre Giuseppe non è l’unica a scuotere il mondo della Chiesa in questo ultimo periodo. Claudia, che ha raccontato di avere avuto una relazione con un prete per ben due anni. La relazione è iniziata gradualmente. La donna aveva appena litigato con il suo futuro marito e il suo rapporto stava passando un periodo di profonda crisi. Aveva così trovato un supporto nel suo sacerdote che all’inizio la consolava con teneri abbracci. Ma questi, con il passare del tempo, sono diventati sempre più profondi e alla fine si sono trasformati in rapporti  completi.

“Questo sacerdote, in quel momento, era un punto di riferimento nella mia vita. Mi chiamava ogni giorno, voleva sapere come stavo, mi consigliava. Io non sono giustificabile, però l’amore non si può spiegare. Io stavo male, ero depressa, ero in fondo a un tunnel. Attraversavo un momento di estrema difficoltà. Avrei dovuto capire che c’era qualcosa che non quadrava dal fatto che lui a letto fosse molto molto abile“, ha raccontato Claudia. E infatti, poco dopo, la donna è venuta a conoscenza del fatto che il sacerdote avesse avuto altre relazioni con molte altre donne, usando sempre lo stesso metodo, quello del “prete consolatore”.

A riportare la bufala insistono anche Fidelity House (13 Marzo) e ViAvviso.com (3 Aprile), ma non esistono altre fonti ufficiali e autorevoli che diano credibilità e riscontro alla notizia. Difatti in ordine cronologico Giornale Italiano è il primo sito ad aver riportato la notizia, e considerarlo una fonte dimostra ulteriormente che si tratti un falsoGiornale Italiano non è nuovo al nostro servizio, dato che più volte ci siamo ritrovati a smentire le sue pubblicazioni. Il sito cavalca l’onda della distrazione degli utenti per via del suo nome simile alla testata ufficiale Il Giornale.

La notizia, dunque, è una bufala.