BUFALA Stanno girando per appartamenti con la scusa di misurare le polveri sottili e controlli vari per via dell’incendio di Pomezia dell’altro giorno, sono due donne – bufale.net

0
1574
http://www.bufale.net/home/wp-admin/options-general.php?page=ad-inserter.php#tab-11

Le bufale e le leggende metropolitane non muoiono mai: evolvono.

E WhatsApp combina il peggio della tradizione ormai risalente delle Urban Legends, le leggende metropolitane delle passate generazioni ubiquitarie e passate da parente ad amico fino a diffondersi per conoscenze col peggio dei social, che rendono possibile osservare in giorni l’evoluzione della leggenda metropolitana che un tempo si sarebbe vista in mesi, se non in anni.

Ci perviene così un appello a noi familiare, ma da diversi contatti preoccupati esattamente come se fosse la prima volta che il messaggio è arrivato sugli schermi dei loro telefonini

ATTENZIONE RAGAZZI FATE GIRARE Stanno girando per appartamenti con la scusa di misurare le polveri sottili ed altro per via dell’incendio di Pomezia dell’altro giorno. Non aprite, sono armati! Condividete, copiate, scrivetelo a vostro modo, fate come vi pare ma fate girare la voce!!! Sono due donne con il tesserino dell’ASL.

Siamo ancora una volta di fronte ad un Voltron di bufale: il repentino cambio di sesso degli “uomini armati” che nel finale si trasformano in donne col tesserino dell’ASL si deve al fatto che questo è lo stesso identico testo che circolava una decina di giorni fa, fuso con la bufala del terzetto di ladre abilissime e bellissime, simili a versioni reali del trio del cartone animato Occhi di Gatto che si fingevano addette alla raccolta di firme per improbabili sindromi psicologiche (come “L’insicurezza”) ed alla storia delle due misteriose ladre/spie/agenti segrete/Mata Hari intente a fotografare abitazioni per i loro scopi nefandi.

Come al solito, un elementare criterio di precauzione (“non aprire agli sconosciuti”) si fonde a bufale vecchie e nuove per creare un testo virale privo della qualsivoglia utilità se non riprodursi sui vostri cellulari.

Nel nostro testo precedente vi abbiamo già messo in guardia sulla genesi delle leggende metropolitane ed i loro rapporti con le bufale: in questo caso non possiamo che rilevare come il meccanismo della bufala Voltron sia ancora oggi, purtroppo, valido. Si prendono due o più bufale che hanno esaurito il loro ciclo vitale e, fondendole, se ne ottiene una abbastanza nuova per spaventare ancora una volta.