BUFALA Lo sapevi che se aggiungi un bicchiere d’acqua alle patatine mentre le friggi diventano più croccanti? – bufale.net

0
2955
http://www.bufale.net/home/wp-admin/options-general.php?page=ad-inserter.php#tab-11

boiloverCi segnalano i nostri contatti come stia girando sulle loro bacheche la seguente immagine (archiviata qui):

15400560_642262385953329_1013324331099137841_nLo sapevi che?
Se aggiungi un bicchiere d’acqua mentre friggi le patatine vengono più croccanti

Vi abbiamo già parlato in passato del fenomeno del griefing, ovvero di quei troll il cui obiettivo non è diffondere false informazioni per guadagno, click o condivisioni, ma per il semplice gusto di convincere il numero maggiore possibile di persone a cagionarsi danni, talora economici, in alcuni casi anche fisici, per il mero gusto di ridere della loro sciagura.

Un esempio famoso di griefing è stato quello del kit per usare le cuffie auricolari con l’iPhone, che consisteva nell’invitare gli utenti del nuovo iPhone 7 a munirsi di un trapano e perforare la scocca del loro dispositivo, danneggiandone in modo irreversibile le parti interne, oppure il suggerimento di costruire un alimentatore wireless facendo a pezzi un alimentatore normale ed illudendo il lettore che i monconi conducessero elettricità in base ad un misterioso ed inesistente principio fisico.

In questi due casi scopo del griefer era causare all’utente un danno economico variabile dai pochi euro per un alimentatore di sottomarca all’ingente costo di un iPhone 7: in questo caso il rischio è ben maggiore.

Non tutti sanno, anche se dovrebbe essere conocenza diffusa, che aggiungere acqua all’olio bollente genera un fenomeno fisico noto come il boilover: una vera e propria deflagrazione in cui gocce d’olio nebulizzato e bollente si spargono per tutta la stanza, cagionando principi di incendio e anni ingenti a cose e persone.

Il Portale “The Magic of DIY” fece una dimostrazione scientifica sul tema, costruendo un apparato che consentiva di osservare un boilover da una distanza di sicurezza di 20 metri.

Osservate il filmato e ditemi se, per voi, vale la pena di provare il suggerimento di un griefer e provarci nella cucina di casa vostra

Vi chiederete a questo punto cosa spinge un griefer all’azione: sostanzialmente questo (archiviato qui)

15285086_1047885235323780_1752145050946380599_nOvvero l’intimo desiderio di avere un utente che, caduto nella beffa (o in questo caso simulando di cadervi, sia pur col preciso scopo di deridere chi eventualmente finirà preda della beffa) si renda, coscientemente o peggio, per aver davvero patito un danno, oggetto di ridicolo da parte dei griefer.

E voi, che avrete capito come si fa ad informarsi, siete migliori di così, vero?