BUFALA E ALLARMISMO L’insalata dei supermercati prodotta in Giappone

0
1698
http://www.bufale.net/home/wp-admin/options-general.php?page=ad-inserter.php#tab-11

bufala e allarmismo insalata cinese

Ci segnalano un video (non più disponibile) comparso su Facebook e condiviso da migliaia di utenti:

Cattura2

Nella didascalia leggiamo:

HAHAHA…..Vi piace mangiare l’insalata comprata da alcuni supermercati Magari anche x risparmiare ??? Stati attenti il famoso canale Hespress (Giornale Marocchino ) ha scoperto come viene prodotto in Giappone ( Roba chimica o Cera ) Daiiii amici sto scherzando un video che gira su YouTube da anni ..

Nelle ultime righe viene spiegato che si tratta di uno scherzo, e che il video fa riferimento a un altro video pubblicato su YouTube:

Diversi utenti, su Facebook, sottolineano che si tratta di riproduzioni in cera di alimenti destinati all’esposizione dei ristoranti giapponesi. A dare riscontro è il sito Kotaku, in un articolo intitolato Il mondo ipnotico del finto cibo giapponese. Al suo interno leggiamo che il cibo riprodotto è detto shokuhin sample. È presente anche lo stesso video preso in esame, in migliore definizione, in cui compare anche la nostra finta lattuga destinata all’esposizione nei menu:

A confermare l’esistenza di una tale pratica, ancora, è il servizio di debunking Snopes:

Even in the absence of ample evidence that wax food displays are exceptionally common in Asia, it stands to reason that synthetic cabbages wouldn’t fly as a market staple anywhere in the world due to the fact that wax is unpalatable and would clearly melt when cooked, and cabbage’s relatively low price point makes such a substitution costlier than retailing genuine cabbage.

Seppur senza alcuna evidenza che i cibi dimostrativi in cera siano tipici dell’Asia, è comunque chiaro che i cavoli sintetici non avrebbero mercato, in quanto non sono commestibili e soprattutto si scioglierebbero durante la cottura; essendo poi relativamente economici, i cavoli non conoscerebbero sostituzione.

Si tratta dunque di una bufala che genera allarmismo. Commentatori e condivisori distratti, non pochi, hanno donato a questo video una visibilità tale da rendere difficoltosa la rincorsa; parliamo di distrazione in quanto sia al principio che alla fine, nel post preso in esame i più parlano di riproduzioni in cera.

Altri, però, ignorano e diffondono un inutile sdegno.