BUFALA Chi è davvero Bergoglio ? – bufale.net

0
859

Immaginate di scoprire una mattina che il vostro vicino di casa vi accusa di reati orribili, facciamo di furto di zerbini e piccoli animali domestici, insidie alla sua vecchia suocera ormai vedova ed ogni altra cosa, dichiarando agli amici di avere prova che “un tribunale l’ha giudicato, quindi quello che dico è vero”

Confrontandolo, scoprite che la condanna è stata emessa dal “Tribunale Penale e Civile della Scala B”, una formazione estemporanea composta dal vostro vicino, sua moglie, suo figlio maggiorenne, sua nuora e l’anziano signore del piano di sotto che vi odia perché dice che fate rumore con le rotelle della sedia da ufficio. Formazione questa priva del qualsivoglia valore giuridico, inabile a conoscere per forza di cose qualsiasicosa che esuli dal pianerottolo, priva di potere cogente e trasparente come il fattoche l’anziano signore del piano di sotto vi sputa abitualmente sul tettuccio della macchina dal balcone.

Tale situazione è un perfetto riassunto di quello che abbiamo riscontrato esaminando questa bizzarra vicenda

Bergoglio è un gesuita, ed è stato condannato dal Tribunale di Giustizia Internazionale di Bruxelles della Common Law a 25 anni di carcere causa NO. 18072014-002 per infanticidio, stupro, rituale satanico. e traffico di esseri umani.

La Corte Internazionale di Giustizia della Common Law ha oltre 450 ufficiali di pace in 13 Paesi, con 51 associazioni che lavorano a livello locale, e finanziamenti per gruppi di common law che desiderano associarsi. Per contattare la ITCCS, la Corte Internazionale di
Giustizia della Common Law a Bruxelles, gli affiliati locali, o per fare volontariato, mandate un’e-mail o chiamate

Il tutto assistito da un testo dove una voce greve annuncia ripetutamente che Bergoglio e diversi Papi e personaggi vari sarebbero stati condannati da un ente descritto talora come Corte Internazionale di Giustizia della Common Law, talora come Corte di Giustizia di Bruxelles a svariati anni di reclusione per sacrifici umani, stupri, pedofilia, “rituale satanico” ed altri capi di accusa oscillanti tra il grottesco e l’inverosimile.

Il testo gioca infatti su una forte confusione: quando si parla della Corte di Giustizia di Bruxelles non si sta parlando della CGUE, bensì ci si riferisce alla International Common Law of Justice una creazione del tutto estemporanea e destituita di ogni valenza riconosciuta posta al centro del Tribunale Internazionale dei Crimini di Chiesa e Stato… praticamente un blog anticlericale che si prende decisamente troppo sul serio.

I colleghi di BUTAC hanno parlato dei contenuti più controversi della vicenda sin dal 2014, evidenziando come gli stessi nativi canadesi, “parte lesa” in uno dei presunti procedimenti dell’ICLoJ contro la Chiesa, abbiano ritenuto necessario dissociarsi dall’equivalente giuridico di una lite di condominio finita in rissa ed accuse pesanti laddove, come ci ricorda lo stesso BUTAC, gli ideatori di tale “pseudoTribunale” avrebbero potuto agire in qualsiasi altro modo, dall’informare le autorità reali e competenti di crimini altrettanto reali a loro conoscenza al sollevare clamore mediatico su problemi che loro ritenevano esistenti, anziché trasformare il tutto in un estemporanea piece teatrale degna di Samuel Beckett, o dell’Inquisizione Spagnola dei Monty Phyton buttando nel calderone satanismo, complottismo ed ogni elemento riccamente scenografico, attinto da una definizione colpevolmente nebulosa che porta i semplici a confondere la Corte di Giustizia Europea con qualcosa che, al momento, non è un Tribunale riconosciuto, ma un Tribunale autonominatosi.