BUFALA E ALLARMISMO Una bottiglia di plastica incastrata: così i ladri potrebbero rubare l’auto

BUFALA E ALLARMISMO Una bottiglia di plastica incastrata: così i ladri potrebbero rubare l’auto

Ci segnalano un articolo pubblicato il 3 dicembre su Salerno notizie:

Un video che circola su YouTube mette in guardia gli automobilisti mostrando come i ladri potrebbero rubare l’auto.

Una bottiglia di plastica messa tra il paraurti e la ruota, sul lato passeggero: quando il conducente mette in moto e si muove sente uno strano rumore, si ferma e il primo istinto è quello di scendere a controllare.

È in questo momento, avvertono i dimostranti nelle immagini, che i ladri entrerebbero in azione per approfittare e salire sull’auto lasciata incustodita.

La fonte per i vari tentativi di emulazione ora è stata creata e fa il giro del web. Lo dimostriamo con il video che gli autori mettono in allegato:

Il video mostra due ragazzi fare un esperimento con un bottiglietta di plastica. I ragazzi parlano in lingua spagnola e difatti, come leggiamo su Curiosando si Impara (lo riporta anche Green Me), a portare sul web l’argomento è stata una pagina Facebook chiamata Policias del Estado de Mexico Unidos con un post pubblicato il 4 dicembre:

Non siamo in Italia, dunque. Verificando le informazioni della pagina ci accorgiamo che non si tratta del canale ufficiale della Polizia Messicana. Le info, infatti, ci conducono all’indirizzo di un blog dal nome Generando Conciencia Social che risulta inattivo. Se fosse la pagina ufficiale della Polizia dovrebbe avere il bollino blu di certificazione accanto al nome. La pagina ufficiale della Polizia Federale del Messico, infatti, si chiama “Policía Federal de México” e in nessun post parla di furto di auto tramite bottigliette di plastica incastrate. Non esiste alcun riscontro nemmeno nel sito istituzionale della Polizia. Non esiste alcun allarme.

I motori di ricerca ci indirizzano esclusivamente a siti – italiani e non – che usano sempre la strategia del clickbait, dell’allarmismo e del sensazionalismo per accumulare traffico. Tutto sarebbe partito da un semplice video di due ragazzi, dunque, generando un passaparola andato fuori controllo.

Conveniamo sul fatto che la prudenza alla guida è sempre necessaria. Se ci si deve allontanare dall’auto per una qualsivoglia emergenza, è sempre bene non lasciare le chiavi nel quadro. Allarmismi del genere, però, non servono, quando non sono accompagnati da prove come denunce, segnalazioni e comunicazioni da parte degli organi ufficiali di Polizia.

Diffondendo un video del genere si rischia di scatenare un’emulazione che potrebbe ricadere su ignari automobilisti. Soprattutto, si fa girare una bufala allarmista priva di fondamento.