ACCHIAPPACLICK E PRECISAZIONI Denuncia episodi di corruzione della Fondazione Clinton poi muore di morte sospetta

ACCHIAPPACLICK E PRECISAZIONI Denuncia episodi di corruzione della Fondazione Clinton poi muore di morte sospetta

Circola in queste settimane una notizia che potrebbe interessare molti degli amanti dei gossip e degli intrighi politici. Si scrive, infatti, che dopo la denuncia di episodi di corruzione inerenti alla Fondazione Clinton ad Haiti, il chirurgo Dean Lorich è stato trovato morto in casa sua in circostanze sospette.

Your News Wire e altri professionisti dell’acchiappaclick mettono informazioni una accanto all’altra; informazioni in parte vere per creare delle insinuazioni che la gente adora leggere. La prima notizia certa è che effettivamente il chirurgo ortopedico Dean Lorich, 54 anni, sia stato trovato morto in casa e che riportava ferite da arma da taglio autoinflitte. È un chirurgo molto famoso, lo stesso che nel 2014 curò la star Bono dopo un incidente avuto mentre giocava a calcetto.

La seconda notizia vera è che questo medico abbia fatto parte dei medici volontari che hanno collaborato con la Fondazione Clinton a prestare aiuto nel 2010 ad Haiti dopo il terremoto. Pare che poi sia tornato negli Stati Uniti e si è detto che abbia scritto anche un articolo in merito alla sua esperienza.

In questo articolo, secondo Your News Wire avrebbe descritto la Fondazione come “vergognosa” e si allude a denuncia di operazioni di corruzione. In realtà nel pezzo originale non leggiamo mai che il riferimento alla situazione “vergognosa” sia un riferimento alla Fondazione. La situazione medica di cui parla il chirurgo è strettamente collegata all’emergenza del post terremoto ed in particolare al contributo dato per cercare di salvare gli arti di molti bambini dall’amputazione.

La critica posta al centro dell’articolo riguarda più che altro un mancato appoggio degli Stati Uniti. “La mancanza di sostegno per la nostra operazione da parte degli Stati Uniti – si legge- è scioccante e imbarazzante e mostra quanto siamo tristemente impreparati per la realtà dei disastri”. Ragioni per cui l’articolo proposto con tutte le allusioni ad una denuncia di corruzione da parte di Dean Lorich è totalmente inesatto.

 

(Tradotto da Snopesprima che arrivi in Italia, sperando di bloccare bufale future)